Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

REGIONE ABRUZZO - LR 58-2023 - NUOVA LEGGE URBANISTICA GOVERNO DEL TERRITORIO

Pubblicato il 18/02/2024
REGIONE ABRUZZO - LR 58-2023 - NUOVA LEGGE URBANISTICA GOVERNO DEL TERRITORIO
Pubblicate sul BURA del 14 febbraio alcune modifiche.
Prosegue il lavoro di UNITEL per illustrare le nuove norme al territorio.
 
Prosegue il lavoro di UNITEL, l'Unione Nazionale Tecnici Enti locali, per diffondere tra tecnici, operatori economici e cittadini del territorio regionale, le novità della L.R. 58 2023 - Nuova legge urbanistica sul governo del territorio - entrata in vigore il 21 dicembre scorso e già oggetto di alcune importanti modifiche, richieste proprio dall'associazione di tecnici pubblici, attraverso la legge regionale 14 Febbraio 2024 n. 6, pubblicata in pari data sul BURA.
Il 15 febbraio il geom. Salvatore Di Bacco, del comitato scientifico nazionale UNITEL, è intervenuto ad un interessante e partecipato incontro organizzato a Sulmona da Confagricoltura L’Aquila evidenziando le novità normative, in particolare per quanto riguarda il territorio agricolo dove, a differenza da quanto previsto dalla "vecchia" LR 18/1983, sarà più difficile per i non imprenditori agricoli realizzare edifici e occorrerà elaborare Piani di sviluppo agricolo e aziendale di durata pluriennale per la costruzione di manufatti connessi alla conduzione dei fondi. Novità non da poco che dovranno essere dettagliate da un regolamento regionale, da approvare entro la fine di febbraio, che definirà i contenuti e le modalità di presentazione dei piani di sviluppo. Obiettivo, condivisibile, della norma è preservare il suolo agricolo - ha sottolineato Di Bacco - ma non mancano le criticità che dovranno essere risolte in fase di applicazione della nuova normativa, soprattutto per la mancanza di una differenzazione applicativa legata alle diverse caratteristiche dei territori regionali. Ruolo importante rivestiranno i Comuni, deputati all'approvazione dei Piani di sviluppo aziendali, che alle già più che note carenze di personale dovranno aggiungere la mancanza di idonee professionalità in grado di valutare fattori che necessitano di specializzazioni specifiche.
Ma, tant'è e la nuova normativa, che ha ricevuto il via libero dal Governo e  per la quali si attende la pubblicazione di ulteriori modifiche, decise nella seduta del Consiglio Regionale del 8 febbraio scorso (riguardanti il prolungamento dei tempi massimi di approvazione della perimetrazione del territorio urbanizzato e dei Piani Urbanistici Comunali), dovrà essere applicata da tutti i Comuni fin da subito.
Per favorire questa fase di transizione UNITEL si è impegnata, già all'indomani dell'entrata in vigore della legge, a dare il proprio apporto costruttivo segnalando criticità e proponendo modifiche che la Regione ha prontamente recepito, e si è messa immediatamente a disposizione di Comuni, Operatori economici, Ordini professionali ed associazioni, per condividere e diffondere le nuove norme e monitorarne l'applicazione, in particolare per quanto riguarda le ricadute sul lavoro degli uffici tecnici degli Enti locali.
 
CONTRIBUTI DALLA STAMPA LOCALE

 

 
 Allegati
LOCANDINA CONVEGNO


Utilità