Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

Elenco dei comuni nei quali e' stata accertata la presenza di fabbricati che non risultano dichiarati al catasto

Pubblicato il 18/01/2010
Comunicato Agenzia del territorio 15/12/2009Normativa

In relazione a quanto previsto dall`art. 2, comma 36, del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2006, n. 286 e successive modificazioni, si rende noto che, per i comuni catastali compresi nell`elenco allegato al presente comunicato, a seguito di specifici accertamenti, sono state costituite liste di particelle iscritte al catasto terreni interessate da fabbricati presenti sul territorio ma che non risultano dichiarati al catasto. Nell`elenco i comuni interessati sono riportati in ordine alfabetico, per provincia.
Gli elenchi di tali particelle, sulle quali si e` accertata la presenza di costruzioni o di ampliamenti di costruzioni non dichiarati, comprensivi dell`eventuale data cui riferire la mancata presentazione della dichiarazione al catasto, sono consultabili, per i sessanta giorni successivi alla pubblicazione del presente comunicato, presso ciascun comune interessato, presso le sedi dei competenti

Uffici provinciali dell`Agenzia del territorio e nel sito Internet della stessa agenzia, alla pagina http://www.agenziaterritorio.gov.it/.
Tali fabbricati devono essere dichiarati al catasto edilizio urbano, a cura dei soggetti titolari di diritti reali, entro sette mesi dalla data di pubblicazione del presente comunicato. Qualora gli interessati non presentino le suddette dichiarazioni entro tale termine, gli Uffici provinciali dell`Agenzia del territorio provvedono, in surroga del soggetto obbligato inadempiente e con oneri a carico dello stesso, all`iscrizione in catasto, mediante la predisposizione delle dichiarazioni redatte ai sensi del regolamento di cui al decreto del Ministro delle finanze 19 aprile 1994, n. 701, e alla notifica dei relativi esiti.
Si specifica che l`identificazione dei fabbricati e` avvenuta attraverso un`attivita` di identificazione da foto aeree, condotta in collaborazione con l`agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA), e successivi processi «automatici» di incrocio con le banche-dati catastali. Trattandosi di elaborazioni massive, si potrebbero essere verificate delle incoerenze nell`individuazione delle particelle riportate negli elenchi pubblicati, con inclusione - in qualche caso - di immobili gia` censiti in catasto.

Allegato



Ediliziaurbanistica.it

Utilità