Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

Accordo bonario - Quesito

Pubblicato il 25/05/2011
Pubblicato in: L'esperto risponde

L'UTC ha presentato alla G C una proposta con allegato schema di accordo bonario chiedendo l'autorizzazione alla sua sottoscrizione con una ditta affidataria di lavori. L'accordo, al fine di evitare contenziosi, prevede la liquidazione della somma di Euro 360.000,00 oltre IVA pretese dall'Impresa sul 2 SAL. Nel corso dell'esecuzione dei lavori sono state iscritte apposite riserve nel Registro di contabilità. Nella proposta viene riportato l'art. 31 bis della L 109/94 che ha statuito l'obbligo per l'Ente di esperire tentativo di accordo bonario sulle pretese avanzate dall'Impresa ogni volta che queste incidano per oltre il 10% sull'importo contrattuale. Alcuni Assessori, visto l'importo, hanno richiesto maggiori chiarimenti in particolare su chi abbia richiesto tali lavori rispetto a quelli appaltati e come mai si sia concretizzato tale debito. Per tali motivi l'approvazione della proposta è stata rinviata. Si chiede se la procedura dell'UTC è corretta e rispetta la vigente normativa e la G C può procedere ad approvarla ed autorizzare l'UTC a sottoscrivere l'accordo senza incorrere nelle denunce della minoranza particolarmente agguerrita. In caso contrario come comportarsi.

RISPOSTA

Per visualizzare il contenuto richiesto bisogna essere utenti registrati ed in regola con il tesseramento annuale.

Utilità