Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

APPALTI - Consiglio di Stato: Rup e verifica di anomalia

Pubblicato il 18/07/2016
Pubblicato in: Appalti

Nella sentenza n. 2811 del 23 giugno 2016 il Consiglio di Stato afferma il principio secondo cui al RUP è attribuita la facoltà di scelta in ordine allo svolgimento della verifica di anomalia, potendo egli alternativamente:

- per le gare da aggiudicare col criterio del prezzo più basso, provvedere personalmente, avvalendosi degli uffici e organismi tecnici della stazione appaltante, ovvero delegare la commissione di gara, ove costituita, o ancora istituire la speciale commissione di cui al comma 1-bis dell’art. 88;

- per le gare da aggiudicare col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, provvedere personalmente ovvero delegare la commissione aggiudicatrice (sempre esistente in questo tipo di procedure ai sensi dell’art. 84 del Codice);

da tali disposizioni si evince che il responsabile del procedimento, investito anche della funzione di svolgere la verifica dell’anomalia, si può avvalere ove costituita dell’apposita commissione o della stessa commissione tecnica.

 


Utilità