Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

Statali più di 4mila eccedenze, a dicembre screening per Enti locali

Pubblicato il 17/01/2013
Pubblicato in: Pubblico Impiego

«Si tratta di circa 4mila eccedenze nella pubblica amministrazione che saranno gestite attraverso un confronto congiunto con i sindacati, non si tratta ancora di esuberi». Così il ministro per la Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi, ha chiarito, conversando con i giornalisti in Senato, il numero dato ai sindacati delle "eccedenze" nelle pubbliche amministrazioni centrali.

Patroni Griffi ha spiegato che saranno prima verificati «i pensionamenti ordinari e i prepensionamenti, gli strumenti di flessibilità come il part-time, la mobilità volontaria e quella obbligatoria per due anni a riduzione dello stipendio. Quando si arriva a questo punto si potrà parlare di esuberi veri e propri». Alla domanda se potesse fare una previsione sul numero degli esuberi, il ministro ha replicato: «Siamo in una fase intermedia, non sono in grado».

Il dato, diffuso dal ministro è parziale, come hanno sottolineato le organizzazioni sindacali, perché sono molti gli esclusi dal novero. A cominciare dai dipendenti di svariati ministeri, a tutto il comparto scuola e all'intera partita degli Enti locali. E probabilmente verso gennaio la Funzione pubblica sarà in grado di dare i numeri reali nei ministeri. Più tempo ci vorrà invece per gli enti locali, con lo screening che partirà da dicembre.


Utilità