Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

Dipendenti comunali e incarichi legati alla libera professione

Pubblicato il 22/10/2013
Pubblicato in: L'esperto risponde

QUESITO:

Avrei necessità di conoscere se un Architetto/Ing. iscritto all'Albo Professionale, dipendente di un Comune con regime di lavoro part-time non eccedente il 50% dell'orario di lavoro a tempo pieno, possa svolgere incarichi legati alla libera professione senza necessità di chiedere autorizzazioni all'Ente ed avere partita IVA.

Il dubbio nasce dal fatto che l'art. 53 D.Lgs. n.165/2001:

 

- da un lato, prevedendo (al comma 6) la non applicabilità dei commi da 7 a 13 ai dipendenti con regime di lavoro part-time non eccedente il 50% del tempo pieno, sembrerebbe escludere la necessità dell'autorizzazione;

- ma, dall'altro, prevedendo (al comma 1) il regime generale delle incompatibilità per tutti i dipendenti pubblici e, con specifico riferimento ai dipendenti part-time, la persistente vigenza dell'articolo 6, comma 2, del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 17 marzo 1989, n. 117 (“è consentito, previa motivata autorizzazione dell'amministrazione o dell'ente di appartenenza, l'esercizio di altre prestazioni di lavoro che non arrechino pregiudizio alle esigenze di servizio e non siano incompatibili con le attività di istituto della stessa amministrazione o ente”), sembrerebbe confermare la necessità dell'autorizzazione.

RISPOSTA:

Per visualizzare il contenuto richiesto bisogna essere utenti registrati ed in regola con il tesseramento annuale.


Utilità