Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

La sussistenza della giurisdizione amministrativa relativamente alla sorte del contratto...

Pubblicato il 19/07/2010
Pubblicato in: Sentenze
La sussistenza della giurisdizione amministrativa relativamente alla sorte del contratto era stata del resto riconosciuta, già in epoca anteriore all’entrata in vigore del citato D.Lgs. n. 53/2010, dalla stessa Corte regolatrice, con il revirement di cui alla nota ordinanza SS.UU. 10 febbraio 2010, n. 2906.

All’annullamento dell’aggiudicazione fa riscontro la dichiarazione di inefficacia del contratto stipulato fra l’aggiudicataria e l’Istituto resistente in data 12 dicembre 2008, e contenente la clausola concessoria.

Nella specie, è opportuno precisare che la caducazione degli effetti del contratto costituisce portato dell’elaborazione maturata in seno alla giurisprudenza amministrativa anteriormente all’entrata in vigore del recente D.Lgs. n. 53/2010, che ha novellato la parte IV del D.Lgs. n. 163/06, dal momento che l’intera procedura si è svolta ed esaurita prima dell’entrata in vigore della nuova disciplina del contenzioso in materia di contratti pubblici e, per quanto qui interessa, concessioni di servizi.

Diversamente è a dirsi della giurisdizione, che compete al giudice amministrativo proprio per effetto dello jus superveniens sopra citato, e segnatamente dell’art. 7 del D.Lgs. n. 53/2010, che, nel modificare l’art. 244 D.Lgs. n. 163/06, ha esteso alla sorte del contratto a seguito di annullamento dell’aggiudicazione la giurisdizione esclusiva del G.A. in materia di procedure di affidamento di lavori, servizi e forniture: il principio sancito dall'art. 5 c.p.c., alla stregua del quale la giurisdizione si determina con riguardo alla legge vigente e allo stato di fatto esistente al momento della proposizione della domanda, non trova applicazione quando il mutamento dello stato di fatto e di diritto comporti l’attribuzione della giurisdizione al giudice che ne era privo, la cui giurisdizione deve essere in questo caso confermata. La sussistenza della giurisdizione amministrativa relativamente alla sorte del contratto era stata del resto riconosciuta, già in epoca anteriore all’entrata in vigore del citato D.Lgs. n. 53/2010, dalla stessa Corte regolatrice, con il revirement di cui alla nota ordinanza SS.UU. 10 febbraio 2010, n. 2906.

A  cura di Sonia LAzzini
 Allegati
Scarica


Utilità