Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

Il consiglio di stato non nega la possibilità che l'esecutore di un appalto pubblico di servizi si avvalga...

Pubblicato il 30/09/2008
Pubblicato in: Sentenze

IL CONSIGLIO DI STATO NON NEGA LA POSSIBILITÀ CHE L’ESECUTORE DI UN APPALTO PUBBLICO DI SERVIZI SI AVVALGA – ANCHE - DELLA FIGURA CONTRATTUALE DEI CONTRATTI A PROGETTO DI CUI D.LGS. 10 SETTEMBRE 2003 N. 276 MA NON IN MANCANZA DELL’ESISTENZA DI UN PROGETTO O PROGRAMMA SPECIFICI, DELL’INDIPENDENZA DAL TEMPO DI ESECUZIONE E DELLA FINALIZZAZIONE AD UN RISULTATO

Verifica di un’offerta anomala: è sempre sufficiente la giustificazione del concorrente che, per motivare minori costi relativi alle spese per il personale, espone di di impiegare collaboratori con contratto a progetto, con conseguente abbattimento dei costi relativi al compenso - stante la possibilità di stabilirne autonomamente la misura - e degli oneri contributivi? Possono invece valere le osservazioni contrarie ovvero  che il nuovo strumento del contratto a progetto si potrebbe porre  in contrasto con la prestazione richiesta al concessionario, in relazione sia alle caratteristiche proprie delle mansioni degli addetti al servizio, non collegabili funzionalmente ad un determinato risultato come invece prescritto dall’art. 61 del D.Lgs. n. 276 del 2003, sia alle implicazioni derivanti dalla necessità di garantire la fruibilità dei servizi al pubblico mediante il prefissato calendario settimanale ed orario giornaliero di apertura?

 Allegati
Scarica

Utilità