Alto Contrasto Reimposta
Iscriviti Area Riservata
Menu
Menu
Stemma

Controlli superbonus ai comuni. no, grazie. rifiutiamo l'offerta e andiamo avanti... finche' resistiamo.

Pubblicato il 26/04/2024
Pubblicato in: Comitato di redazione
Controlli superbonus ai comuni. no, grazie. rifiutiamo l'offerta e andiamo avanti... finche' resistiamo.
Nella legge di conversione del Decreto Legge 29 marzo 2024 si ipotizzerebbe la previsione di far effettuare le verifiche sulla correttezza degli interventi nei cantieri di edifici che hanno usufruito del Superbons ai Comuni.
Personale degli uffici tecnici e della polizia locale, come anticipato da diverse testate giornalistiche specializzate, dovrebbero effettuare verifiche nei cantieri per accertare il corretto svolgimento dei lavori dichiarati tramite le asseverazioni presentate all’ENEA.
Oggetto delle ispezioni potrebbero essere, ad esempio, gli interventi relativi al cappotto termico e allo spessore dello stesso o alla corretta installazione dei modelli di caldaia indicati nei progetti.
In cambio i Comuni (non i dipendenti coinvolti nei controlli) avrebbero, come contropartita, una percentuale pari al 30% delle somme eventualmente recuperate in caso di accertamento di frodi e/o dichiarazioni non veritiere.
Tutto molto bello, in un modo ideale dove i Comuni riescono a portare avanti, con serenità e tranquillità, i già tanti compiti assegnati da norme statali e regionali.
Ma la realtà, evidentemente sconosciuta agli ambienti ministeriali, è un'altra.
Gli uffici tecnici e i corpi delle polizie locali sono in drammatica carenza di organici, e le figure specializzate mancano, per le note (evidentemente non agli uffici centrali) problematiche che attanagliano i Comuni: scarse possibilità di carriere e valorizzazione del merito; retribuzioni insufficienti; carichi di lavoro e responsabilità eccessive.
Ma, tutto questo, i Ministeri non lo sanno, o fanno finta di non saperlo. E così spunta l'ennesimo carico da far gravare su Enti che sono ormai al collasso.
Sembra si sentire ancora la favola dell'asino, già raccontata in un precedente articolo.
Lanciamo un ennesimo appello: lasciate stare i Comuni!!! A meno che non vogliate risolvere i loro problemi, non aggravarli.

Utilità