UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
29/03/2020 20:42
Home Articoli Il Nuovo Giornale dell'Unitel Il nuovo giornale dell'Unitel N. 2/2018

Il nuovo giornale dell'Unitel N. 2/2018

Editoriale di Bernardino Primiani

Richiesta di partecipazione al prossimo tavolo tecnico di modifica del Codice dei Contratti

Prot. N. 071/2018 - Data: 16 luglio 2018

Al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, Al Ministro dell’Interno Matteo Salvini, Al Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, Al Presidente dell’Anac Raffaele Cantone

Il sottoscritto Architetto Bernardino Primiani, in qualità di Presidente Nazionale dell’Unitel (Unione Nazionale Italiana Tecnici Enti Locali), avanza la richiesta di partecipazione al prossimo tavolo tecnico di modifica del Codice dei Contratti. L’Unitel, in qualità di associazione di categoria che aggrega e supporta tecnici al servizio degli enti locali (comuni, province e regioni) è un soggetto qualificato ad esprimere suggerimenti e proposte di modifica al Codice dei Contratti.

Questo specialmente per quanto riguarda gli appalti sui lavori pubblici in cui i tecnici degli enti locali sono direttamente coinvolti nei processi di programmazione, affidamento ed esecuzione delle opere. Da anni operiamo con spirito collaborativo, per fornire apporti costruttivi che spesso trovano accoglimento in norme che incidono sul nostro lavoro quotidiano.

Questo collaborando, attraverso protocolli d’intesa, con Anci, Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ed AVCP (ora Anac). Da sempre l’Associazione, si muove su varie tematiche, con azioni finalizzate a tutela di un settore pubblico spesso messo a dura prova da errate scelte legislative che hanno, come nel caso del Codice dei Contratti, in molti casi rallentato o paralizzato l’azione amministrativa.

Questo attraverso un fattivo confronto con le Istituzioni “al fine di confezionare regole chiare, univoche, ben coordinate.“ per scongiurare quell’indeterminatezza o quell’accanimento normativo, imperniato su una molteplicità di adempimenti burocratici, che in molti casi ha provocato la paralisi del sistema. Scongiurando nel contempo il ripetersi di quella “produzione normativa a getto continuo” che provoca un perenne stato di incertezza.

Vorremmo quindi partecipare per restituire alla Nazione la certezza di nuovo futuro privo di quel formalismo esasperato, che troppo spesso ha guidato la mano del legislatore e che attualmente sta bloccando un settore fondamentale per l’economia. Auspichiamo quindi di partecipare alla rifondazione di un sistema non più caratterizzato da quell’“enigmistica giuridica”, incomprensibile anche ai più esperti, che ha causato rallentamenti od errori in un settore già caratterizzato da contenziosi.

Cordiali saluti.

Arch. Bernadino Primiani - presidente nazionale dell'UNITEL

Allegati:
Il Nuovo Giornale dell'UNITEL[N. 2/2018]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information