UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
15/11/2018 21:54
Home Articoli Edilizia & Urbanistica Edilizia scolastica: è nato il controsolaio per agevolare la messa in sicurezza dei solai

Edilizia scolastica: è nato il controsolaio per agevolare la messa in sicurezza dei solai

Il controsolaio è la soluzione per il miglioramento strutturale dei solai, che ha aperto nuove possibilità di intervento nel mondo dell’edilizia scolastica.

Questo sistema nasce proprio dal bisogno di agevolare la messa in sicurezza dei problemi strutturali ai solai e va incontro alle esigenze dei tecnici che si occupano della manutenzione delle scuole, in quanto consente la prevenzione attraverso interventi non invasivi.

In particolare, il controsolaio PRETECTO® è stato sviluppato per potenziare le capacità strutturali del solaio in modo semplice, cioè attraverso tecnologia a secco, senza andare a discapito delle prestazioni.

Per farlo si avvale di un sistema composto da nervature e lastre armate posizionate all’intradosso del solaio senza alcun tipo di demolizione, ma appunto attraverso installazione a secco. (per approfondire la tecnologia del controsolaio a rinforzo clicca qui).

Il controsolaio PRETECTO® riduce i tempi, i costi e l’invasività di intervento rispetto ai metodi tradizionali, rendendo possibile la messa in sicurezza dei solai.

La sicurezza dei solai è diventata una priorità per le scuole ed è importante agire in via preventiva per salvaguardare la protezione degli studenti e preservare l’edificio da danni. Non bisogna aspettare che il solaio manifesti problemi strutturali, ma è importante riconoscere le situazioni vulnerabili e intervenire prima che diventino irreversibili.

Prima di arrivare al crollo, infatti, i solai si possono trovare in una serie di situazioni intermedie che, nell’immediato, non sembrano essere pericolose per la stabilità dell’impalcato, ma che, se trascurate o sottovalutate possono diventare un problema per la gestione dell’edificio e per la sicurezza di chi lo vive.

Problemi strutturali al solaio: gli scenari più diffusi nelle scuole

CAMBIO DESTINAZIONE D'USO – Nelle scuole capita di modificare la destinazione d’uso degli ambienti; a seconda delle esigenze, un’aula può diventare un archivio, un corridoio divenire una biblioteca e così via. La modifica dei carichi, però, provoca delle sollecitazioni non previste che rendono vulnerabile l’impalcato e che richiedono un adeguamento del solaio al nuovo utilizzo.

CARICHI DINAMICI - Oltre ad una destinazione d’uso non prevista, anche i carichi dinamici di piccola entità, nel tempo possono affaticare il solaio. Ad esempio, nelle scuole, l’uscita contemporanea di tutti gli studenti al termine delle lezioni provoca un aumento consistente del carico sull’impalcato.

PROVE DI CARICO NON SUPERATE – Se la prova di carico registra deformazioni non previste dai valori espressi dalla normativa, il solaio perde l’idoneità statica. L’impalcato non garantisce più requisiti di sicurezza e pertanto è necessario rendere inagibile l’ambiente.

SOLAIO SNELLO – Luci del solaio estese possono determinare eccessiva snellezza nell’impalcato. Nella scuola, questo può avvenire in locali particolarmente ampi (come mense, palestre o auditorium) in cui la sezione dell’elemento strutturale determina un rapporto di snellezza non adeguato: il solaio risulta quindi troppo flessibile.

Inoltre, nei primi decenni del Novecento era diffuso l’utilizzo di sistemi costruttivi snelli e senza soletta, pertanto le scuole edificate in quel periodo sono sensibili a questa criticità.

FERRI AMMALORATI – Ferri ammalorati, infine, possono essere sintomo di problemi strutturali al solaio. Errori di posa in opera e il naturale invecchiamento dei ferri d’armatura, infatti, rendono il solaio meno performante e non rispondente alle caratteristiche progettuali, mettendo a rischio la vita delle persone poiché vengono meno i requisiti di sicurezza richiesti dalla norma.

INVECCHIAMENTO SOLAIO - Oltre alle situazioni che influenzano il comportamento strutturale del solaio, va considerato anche il naturale invecchiamento dell’impalcato e dei materiali che lo compongono. La perdita di capacità dei materiali, unita alle sollecitazioni che il solaio subisce negli anni, porta alla perdita di prestazioni.

Questi scenari intermedi spesso non vengono gestiti in quanto non presentano pericoli imminenti, ma ostacolano la stabilità del solaio e nel tempo portano a rischi per la sicurezza.

Impedire che queste situazioni si evolvano fino a compromettere il solaio è una responsabilità a cui i tecnici devono prestare attenzione.

Il controsolaio PRETECTO® rende conveniente intervenire anche in queste situazioni intermedie e impedisce quindi l’evoluzione dei degradi. Favorisce la prevenzione dei problemi strutturali al solaio e supporta gli enti nel garantire solai stabili e scuole sicure.



Approfondisci le caratteristiche del controsolaio oppure compila il modulo per ricevere la documentazione gratuita.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information