UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
18/08/2018 06:47
Home Articoli Appalti La motivazione nell’affidamento o nel re-invito al candidato già invitato a precedenti procedure semplificate

La motivazione nell’affidamento o nel re-invito al candidato già invitato a precedenti procedure semplificate

di Stefano Usai

Le Linee guida n. 4/2018 (approvate con la deliberazione ANAC n. 206/2018 ed entrate in vigore il 7 aprile scorso) indicano l’esigenza di una motivazione adeguata anche per l’invito o l’affidamento diretto (ove possibile) al candidato già invitato al precedente affidamento che non sia risultato aggiudicatario.

L’ambito applicativo

Il periodo rilevante – delle linee guida in commento – è quello riportato nella sezione/paragrafo 3.7 in cui si legge che “La motivazione circa l’affidamento o il reinvito al candidato invitato alla precedente procedura selettiva, e non affidatario, deve tenere conto dell’aspettativa, desunta da precedenti rapporti contrattuali o da altre ragionevoli circostanze, circa l’affidabilità dell’operatore economico e l’idoneità a fornire prestazioni coerenti con il livello economico e qualitativo atteso”.

Allegati:
ARTICOLO COMPLETO IN PDF[La motivazione nell’affidamento o nel re-invito ]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information