UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
20/10/2018 16:52
Home Articoli Pubblico impiego CCNL dimentica gli idonei delle graduatorie dei concorsi per la categoria D3

CCNL dimentica gli idonei delle graduatorie dei concorsi per la categoria D3

Come ormai ampiamente risaputo, la principale modifica introdotta dall’ipotesi di CCNL 2016-2018 al sistema di classificazione del personale appartenente al comparto “Funzioni locali” consiste nella soppressione all’interno della categoria D della distinta posizione di accesso in D3.

Correttamente la preintesa precisa che i concorsi già banditi alla data di entrata in vigore del presente CCNL potranno essere portati a conclusione, ma nulla dice riguardo all’eventuale scorrimento delle graduatorie ancora vigenti.

Il problema è che gli enti dovranno procedere alla tempestiva trasformazione di tutti i posti vacanti di categoria D3 in posti di categoria D1, rendendo conseguentemente impossibile dar corso allo scorrimento delle graduatorie medesime.

Sarebbe dunque auspicabile che la versione definitiva del CCNL contenesse un’espressa clausola di salvaguardia in tal senso.

Qualcuno potrebbe obiettare che il comma 4 dell’art. 91 del D.Lgs. n. 267/2000 vieta lo scorrimento delle graduatorie per la copertura di posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione dei concorsi cui le stesse si riferiscono.

Detto limite, tuttavia, è stato stabilito dal legislatore essenzialmente nella prospettiva di evitare che l’Amministrazione, “combinando” l’istituzione o la trasformazione di posti, successivamente al concorso, con l’utilizzazione della graduatoria (con modalità, a quel punto, del tutto improprie), realizzi favoritismi a beneficio di idonei non vincitori del concorso, i cui nominativi sono già conosciuti, anziché ispirarsi a logiche rivolte ad assicurare una migliore funzionalità all’Ente, al di fuori e oltre le ragioni del “favor” manifestato dall’Ordinamento verso lo scorrimento della graduatoria.

Qui, invece, la trasformazione dei posti costituisce effetto automatico dell’applicazione del nuovo CCNL, per cui appare doversi escludere a priori ogni intento elusivo.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information