UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
20/10/2018 17:41
Home Articoli Appalti Di norma la presidenza della Commissione di concorso negli Enti Locali spetta al dirigente

Di norma la presidenza della Commissione di concorso negli Enti Locali spetta al dirigente

L’art. 107 comma 3 lett. a) del TUEL (Decreto Legislativo n. 267/2000) prevede che la Presidenza della Commissione di concorso sia attribuita ai rispettivi Dirigenti degli enti locali, secondo le modalità stabilite dallo statuto o dai regolamenti dell’Ente: come affermato dalla giurisprudenza (cfr., ad esempio, TAR Toscana, sez. III, sent. 8 marzo 2018, n. 353), la finalità della disposizione è quella di rendere i dirigenti effettivamente responsabili del buon esito dell’azione amministrativa ad essi demandata e, quindi, siano titolari di poteri amministrativi che nel corso dei vari procedimenti devono essere esplicati.

Si è affermato, infatti, che l'ordinamento degli enti locali, nella parte in cui impone ai dirigenti di presiedere le commissioni di gara assumendo la responsabilità delle relative procedure, va inteso nel senso della sussistenza di un vero e proprio dovere per il dirigente di assumere la presidenza della commissione tutte le volte che ciò risulti dal regolamento o dallo statuto dell'ente e sia conforme al raggiungimento di obiettivi di efficienza e buon andamento (Consiglio di Stato, sez. V, sent. 5 novembre 2009, n. 6872; TAR Puglia, Lecce sez. II, sent. 25 giugno 2007, n. 2510; TAR Molise, sent. 19 dicembre 2005, n. 1183)

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information