UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
17/08/2018 13:35
Home Articoli Appalti Mutamenti nella composizione della commissione di gara

Mutamenti nella composizione della commissione di gara

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III – sentenza 26 gennaio 2018 n. 569.

Sulla legittimità o meno del mutamento nella composizione della commissione di gara durante la seduta dedicata alla verifica della documentazione e sulla compatibilità tra funzioni di RUP e quelle di componente della commissione.

L’art. 84, comma 2, d.lgs. n. 163 del 12 aprile 2006 non prevede un obbligo, per la stazione appaltante, di supportare la scelta di nominare commissari con adeguata motivazione, ma si limita piuttosto a prescrivere che gli stessi siano “esperti nello specifico settore cui si riferisce l’oggetto del contratto”.

Non comporta la violazione dei principi in tema di svolgimento delle procedure di gara e dell’art. 11 del d.lgs. n. 163 del 2006, il fatto che la composizione della commissione di gara sia mutata solamente con riferimento alla seduta dedicata alla verifica della documentazione amministrativa, mentre in tutte le ulteriori fasi di valutazione delle offerte e di verifica della anomalia ha mantenuta la stessa e costante composizione; infatti, l’attività di verifica della documentazione, in quanto non implicante valutazioni tecnico-discrezionale, ma costituente una sotto-fase della procedura distinta da quella propriamente destinata alla delibazione delle offerte, può anche essere svolta da un seggio diverso da quello incaricato della delibazione delle offerte, così come da un organo monocratico (il Rup).

Nelle procedure di gara per appalti di pubbliche amministrazioni, non ricorre incompatibilità tra le funzioni del responsabile unico del procedimento (Rup) e quella di componente della commissione, tenuto conto che al Rup non spetta alcuna funzione amministrativa connessa all’esecuzione del contratto.

Nelle procedure di gara, il segretario verbalizzante non può essere computato nel novero dei membri della commissione giudicatrice, non avendo egli potere di voto, ma funzioni di mero supporto burocratico ai compiti valutativi e decisionali appartenenti esclusivamente alla Commissione; la natura delle funzioni ausiliarie e documentali del segretario non consente di ravvisare alcuna ragione di incompatibilità con il concomitante ruolo di Rup.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information