UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
18/06/2018 19:35
Home Articoli Lettera inviata dall'UNITEL alla CASSA DEPOSITI E PRESTITI SPA

Lettera inviata dall'UNITEL alla CASSA DEPOSITI E PRESTITI SPA

Legge 27.12.2017 n. 205 (legge di Bilancio 2018). Incentivo art. 113 D. Lgs n. 50/2016. Richiesta modifica interpretazione CDP spa.

La legge 27.12.2017, n. 205, c.d. legge di Bilancio 2018, pubblicata sulla GURI n. 302 del 29.12.2017-S.O. n. 62, all’art. 1 comma 526 ha recepito l’emendamento 49.22 proposto dall’U.N.I.T.E.L., per il tramite dell’On.le Marilena Fabbri, aggiungendo all’art. 113 del Codice dei contratti pubblici di cui al D. Lgs n. 50/2016, il comma 5-bis, che testualmente riporta “Gli incentivi di cui al presente articolo fanno capo al medesimo capitolo di spesa previsto per i singoli lavori, servizi e forniture.”

Sulla scorta di quanto sopra, considerato che:

- codesta On.le Cassa, a decorrere dall’entrata in vigore del D. Lgs n. 50/2016, in risposta alle domande di prestito avanzate dai Comuni, ha richiesto che, ai fini della concessione del
mutuo, venisse presentata una nuova domanda di prestito per un importo al netto, della spesa prevista nei quadri economici di progetto, della spesa per incentivo alla
progettazione interna;
- secondo l’interpretazione di codesta Cassa DD.PP., le spese per incentivo previste dall’art. 113 del codice dei contratti pubblici non sono riconducibili a spese di investimento, mentre paiono più propriamente assimilabili a spese correnti e, in quanto tali, non finanziabili mediante ricorso a indebitamento, ai sensi dell'articolo 3, commi da 17 a 21, della legge n. 350/2003;
- di conseguenza le spese per incentivo della progettazione interna erano da finanziarsi con “mezzi finanziari propri degli Enti”, quali spese di funzionamento e, dunque come correnti
e di personale e quindi da includere nei limiti previsti per il salario accessorio;
- l’interpretazione di codesta Cassa era stata confermata dalla Corte dei conti – Sezione autonomie (delibera n. 7/2017 e n. 24/2017).

Alla luce della recente intervenuta modifica legislativa, che per chiarezza non si presta ad alcun dubbio interpretativo, dal 01 gennaio 2018, gli incentivi per le funzioni tecniche, fanno capo al medesimo capitolo di spesa previsto per i singoli interventi (lavori, forniture e servizi) e quindi  ne viene legittimata loro esclusione dal computo delle voci di spesa per il personale

SI CHIEDE

a codesta On.le Cassa DD.PP. spa, di rivedere il precedente proprio orientamento e di ammettere  nelle domande di prestito avanzate dai Comuni anche le spese previste per incentivo alle funzioni  tecniche di cui all’art. 113 del D. Lgs n. 50/2016 e successive modifiche ed integrazioni.

Il presidente nazionale UNITEL

Arch. Bernardino Primiani

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information