UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/04/2018 00:05
Home Articoli Pubblica Amministrazione Danno erariale al dirigente che non applica le penali del contratto

Danno erariale al dirigente che non applica le penali del contratto

di Domenico Carola
(Sentenza della Corte dei conti Abruzzo n. 136/2017)

Il dirigente è responsabile di danno erariale se non ha applicato le penali di contratto. Questa la decisione della Corte dei conti Abruzzo conla sentenza n. 136/2017.

La vicenda

Al dirigente preposto al settore sport di un Comune abruzzese è stato contestato dalla procura contabile regionale un danno erariale di oltre 70mila euro per non aver correttamente applicato le penali contrattualmente previste a seguito della risoluzione per inadempimento del contratto per la gestione della piscina comunale (la società aveva omesso di effettuare sia opere di adeguamento obbligatorie sia opere di migliorie alla struttura previste dal contratto di affidamento della gestione).

Secondo la procura infatti, la condotta del dirigente era connotata da colpa grave che ha ingiustificatamente omesso di tutelare le ragioni dell'ente di appartenenza in presenza della notevole situazione di inadempienza dell'associazione sportiva che invece ha goduto di un privilegiato e ingiustificato trattamento.

La decisione

I giudici contabili, pur aderendo alla tesi contestata dalla procura regionale, evidenziando la gravità della negligenza in capo al convenuto, trattandosi di un adempimento tutto sommato banale, concernente una vicenda che per di più era, in quel periodo, al centro dell'attenzione pubblica al punto da suscitare un dibattito in seno all'organo consiliare dell'ente locale, hanno condannato il dirigente al danno erariale di 15.000 euro accogliendo talune “scusanti” proposte nella comparsa di costituzione e risposta dallo stesso (le precarie condizioni di salute dell'interessato, il concorso di terzi nella produzione del danno, la carenza d'organico dell'ufficio sport, l'atteggiamento perplesso dell'ente nel rapporto con il gestore, la mancanza di personale tecnico disponibile per l'effettuazione del sopralluogo e la disorganizzazione generale dell'apparato amministrativo quale emersa nella vicenda).

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information