UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
22/11/2017 21:15
Home Articoli APPALTI CONFLITTO DI INTERESSI DEL PERSONALE DELLE STAZIONI APPALTANTI

CONFLITTO DI INTERESSI DEL PERSONALE DELLE STAZIONI APPALTANTI

Il Consiglio di Stato, con sentenza 3415 dell'11 luglio 2017 si è pronunciato in merito alla richiesta di riforma della sentenza del Tar concernente la procedura aperta per l'affidamento dei servizi assicurativi RCA. In particolare, la società seconda classificata in gara, impugnava i verbali della procedura eccependo che tra il broker incaricato dalla stazione appaltante per predisporre gli atti di gara e l'aggiudicataria vi sarebbero stati legami dovuti al broker in questione.

La ricorrente dunque, evidenzia l'esistenza di un conflitto di interessi tra ilbroker incaricato dalla stazione appaltante della predisposizione degli atti di gara e l'aggiudicataria. La stazione appaltante, invece, deduceva che dai rapporti rilevati dalla ricorrente non sarebbe comunque potuto derivare alcun vantaggio competitivo a favore dell'aggiudicataria stante il sistema meccanico di aggiudicazione ed il notevole ribasso di prezzo operato dalla società.

Il Tar accoglieva il ricorso dichiarando inefficace il contratto nelle more stipulato con la società , con conseguente diritto al subentro della ricorrente.

I Giudici del Consiglio di Stato, sottolinea che l'aggiudicataria, era stata esclusa dalla gara per effetto della sentenza impugnata, la quale aveva ritenuto sussistere una particolare situazione di "conflitto di interesse" nascente dai particolari rapporti tra la compagnia di assicurazione, il suo agente generale territorialmente competente per l'esecuzione del servizio oggetto della gara ed una terza società incaricata di redigere i Capitolati di gara. Il collegio, richiama L'art. 42, comma 2, del d.lgs. n. 50/2016, il quale disciplina il "conflitto di interesse", specificando che la fattispecie descritta nella disposizione, sul conflitto di interesse del personale delle stazioni appaltanti, ha portata generale, come emerge dall'uso della locuzione "in particolare", riferita alla casistica di cui al richiamato art. 7 d.P.R. n. 62/2013, avente dunque mero carattere esemplificativo. Anche ai fini della trasparenza e dell'imparzialità dell'azione amministrativa, l'espressione "personale", va riferita non solo ai dipendenti in senso stretto- lavoratori subordinati - ma anche a quanti, in base ad un valido titolo giuridico, siano in grado di validamente impegnare, nei confronti dei terzi, i propri danti causa o comunque rivestano, di fatto o di diritto, un ruolo tale da poterne obiettivamente influenzare l'attività esterna.

Nella fattispecie, è legittima l'esclusione di una società assicurativa da una gara per l'affidamento di servizi assicurativi, per i particolari rapporti tra la compagnia di assicurazione, il suo agente generale territorialmente competente per l'esecuzione del servizio oggetto della gara, ed una terza società a suo tempo incaricata di redigere i capitolati di gara.

 

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information