UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
20/11/2017 07:05
Home Articoli APPALTI Danno erariale per l’incarico esterno su attività gestibili dai dipendenti dell’ente

Danno erariale per l’incarico esterno su attività gestibili dai dipendenti dell’ente

di Giuseppe Nucci

Il Comune che delibera l’affidamento di un incarico esterno che si sarebbe potuto svolgere con il proprio personale provoca un danno erariale in quanto viola, con grave colpa, i principi di economicità, efficienza, efficacia e ragionevolezza – sanciti dall’articolo 1 della L. n.241/1990 e dal Dlgs n.165/2001 - posti a fondamento del buon andamento della Pa, di cui all’articolo 97 della Costituzione.

È questo il principio affermato dalla sentenza n. 62/2017 della Corte dei conti, sezione per la Basilicata.

L’affidamento illegittimo

Una Giunta comunale aderiva ad un proposta di “prestazione e servizi”, avanzata dalla società X, “finalizzata alla ricognizione di eventuali risorse finanziarie non impositive, a disposizione dell’Ente ed ancora inutilizzate, e alla individuazione di nuove risorse economiche e finanziarie”, incaricandola senza previa pubblicazione del bando di gara, ai sensi dell’articolo 57, co.2, lett.b), Dlgs n.163/2006.

Successivamente il Comune liquidava il compenso per l’effettuazione dello studio tecnico economico che, però, risultava limitato ad una “mera richiesta di mutui alla Cassa Depositi e Prestiti” e al “rilevamento degli importi residui dei mutui non utilizzati dall’Ente e ancora giacenti presso la Cassa Depositi e Prestiti”, corredato da una raccolta normativa e di documentazione relative alla procedura da seguire per chiedere dei mutui.

La Procura contabile riteneva irregolare ed illegittimo l’affidamento in quanto aveva per oggetto normali compiti di ufficio trattandosi di un incarico non qualificato da alcun contenuto di alta professionalità e, quindi, riconducibile ad una normale funzione istituzionale agevolmente esigibile dal personale assegnato al Comune.

Per tale ragione venivano citati i componenti della Giunta Municipale, che avevano deliberato l’incarico, nei confronti dei quali veniva pronunciata una sentenza di condanna.

La sentenza

Il Collegio, infatti, rilevava la responsabilità dei convenuti considerando preliminarmente che l’incarico, indipendentemente dal nomen iuris, doveva inquadrarsi nel tipo degli “incarichi e delle consulenze esterne”, tanto che nel provvedimento di affidamento si era fatto riferimento alla rilevata insufficienza, o impreparazione, del personale organicamente inserito nell’Ente per l’assolvimento della prestazione oggetto di esternalizzazione.

In relazione a ciò, in ottemperanza alle regole che presidiano gli affidamenti di incarichi esterni, l’Amministrazione doveva tener conto del carattere di eccezionalità dell’esternalizzazione rispetto all’ordinario impiego delle risorse professionali ritraibili dal proprio organico, con riferimento ai seguenti elementi:

- peculiarità dell’oggetto della prestazione conferita;
- delimitazione temporale dell’incarico;
- coerenza del compenso con la qualità e quantità del lavoro affidato;
- inesistenza di figure professionali “interne” in grado di assolvere a quel compito, riscontrata mediante una reale, e dimostrata, ricognizione.

Tali presupposti, secondo il Collegio, non sono rinvenibili nella fattispecie in esame sotto il duplice profilo dell’assenza di tratti di particolare complessità o specialità della prestazione nonché della inidoneità del personale “intraneo”.

In effetti, in relazione al primo aspetto, si era trattato di una mera contabilizzazione dei mutui non utilizzati e, per il secondo, era emerso che iniziative di identico tenore e contenuto erano state con successo intraprese dal personale del Comune.

In conclusione, il comportamento dei convenuti è stato ritenuto dal Giudice connotato da grave ed inescusabile superficialità che ha prodotto un danno erariale quantificato in € 32.400,00.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information