UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
24/11/2017 04:53
Home Articoli PUBBLICO IMPIEGO PUBBLICO IMPIEGO, CASSAZIONE: INAPPLICABILE LA RIFORMA FORNERO SULL'ARTICOLO 18

PUBBLICO IMPIEGO, CASSAZIONE: INAPPLICABILE LA RIFORMA FORNERO SULL'ARTICOLO 18

La legge 92/2012 (cd. Legge Fornero), che ha modificato l'art.18 dello Statuto dei Lavoratori (provvedimento 300/1970), non si applica ai rapporti del pubblico impiego.

La massima è stata ribadita dalla sentenza n.17965/2016 pubblicata il 13 settembre, che di fatto ha confermato una precedente pronuncia della Suprema Corte, la n.11868/2016 del 9 giugno 2016.

 

Secondo i giudici della Cassazione, quindi, in caso di licenziamento illegittimo intimato al dipendente pubblico in data successiva all'entrata in vigore della legge 92/2012, la tutela applicabile rimane quella risultante dal testo antecedente la riforma.

Nella fattispecie, viene trattato il licenziamento di una dipendente di una ASL, per non aver provveduto nel corso di un'assenza per malattia al rientro da un periodo di comando, a comunicare il proprio domicilio presso il comune di riferimento.

Una volta accertato che il licenziamento era illegittimo, c'era da individuare la fattispecie sanzionatoria e la tutela applicabile, che:

secondo la dipendente era la tutela reale ex articolo 18, comma 4, della legge 300/1970 nella formulazione introdotta dalla legge 92/2012, con conseguente reintegrazione nel posto di lavoro;
per l'ASL e i giudici di merito, quella obbligatoria di cui al comma 5 della medesima disposizione, con conseguente pagamento di un'indennità pari a 12 mensilità dell'ultima retribuzione percepita.
Secondo la Cassazione, il rapporto di lavoro in questione è assogettato alla disciplina dettata dal Codice di Pubblico Impiego, ossia il d.lgs. 165/2001, e "rientra nell'ambito dei rapporti di diritto pubblico c.d. contrattualizzato".

Pertanto, come già affermato dalla sopracitata sentenza sentenza n. 11868/2016, ai dipendenti pubblici non si applicano le modifiche apportate dalla riforma Fornero all'art. 18 della legge 300/1970 e, in caso di licenziamento illegittimo, pur intimato dopo l'entrata in vigore della legge 92/2012, la tutela per il dipendente pubblico resta quella prevista dal vecchio testo dell'articolo 18.

 

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information