UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
22/11/2017 06:47
Home Articoli APPALTI Primo semestre 2016: crollo nelle procedure di appalto

Primo semestre 2016: crollo nelle procedure di appalto

L'Autorità nazionale anticorruzione ha pubblicato sul proprio sito il Comunicato del Presidente del 13 luglio 2016 con l'analisi dela domanda degli appalti di lavori, servizi e forniture nel primo semestre 2016 secondo i dati contenuti nella BDNCP (Banca dati nazionale dei contratti pubblici). I dati scontano l'effetto del nuovo Codice dei contratti e delle concessioni, data la necessità per le stazioni appaltanti di adeguarsi alle nuove procedure in un contesto decisamente incerto, in assenza di un periodo transitorio.

 

I dati evidenziano una forte riduzione della domanda dei lavori pubblici nel 1° semestre 2016. Prima dell’entrata in vigore del Codice la percentuale media ha evidenziato, rispetto all’analogo periodo del 2015, una riduzione pari al 16% relativamente al numero degli appalti ed al 33% relativamente all’importo, con oscillazioni più o meno ampie a seconda della classe di importo e del mese di riferimento. Dopo l’entrata in vigore del nuovo Codice, invece, nel periodo compreso tra il 19 aprile ed il 30 giugno 2016 tale riduzione rispetto all’analogo periodo del 2015 è risultata più accentuata con valori medi nell’ordine del 52% in termini di numerosità e del 62% in termini di importo.

Per quanto riguarda servizi e forniture, la domanda di appalti nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 ed il 18 aprile 2016 è stata oscillante ma pressocché invariata. Per il periodo compreso tra il 19 aprile ed il 30 giugno 2016, si sono verificati dei decrementi significativi nell’ordine medio del 30% in termini di numerosità e del 29% in termini di importo per quanto riguarda le forniture mentre per i servizi tali percentuali sono rispettivamente del 43% e del 48%.

La tendenza, quantomeno per i lavori, mostra "segni di attenuazione". Il Comunicato evidenzia che "per ciascuna fascia di importo la riduzione sembra affievolirsi tra i primi 40 giorni dopo l’entrata in vigore del Codice ed i successivi 30 giorni. Infatti, se si considera la fascia di importo superiore ad un milione di euro, tra il 19 aprile ed il 31 maggio 2016 si è registrata una contrazione dell’84% rispetto al medesimo periodo del 2015, mentre nel mese di giugno tale contrazione, rispetto al giugno 2015, è passata al 45%."

 

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information