UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
19/11/2017 22:16
Home Articoli PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Risorse e incentivi: le opportunità della settimana per amministrazioni e imprese

Risorse e incentivi: le opportunità della settimana per amministrazioni e imprese

di Giancarlo Terenzi.

Pubblichiamo la rassegna periodica delle più importanti opportunità di finanziamento a disposizione di pubbliche amministrazioni e imprese private: bandi legati ai fondi strutturali europei, agevolazioni e incentivi statali, finanziamenti diretti da Bruxelles, contributi regionali e altre iniziative private.

Accanto alla breve descrizione di ogni avviso, saranno indicate solo poche informazioni necessarie come i possibili beneficiari di contributi e finanziamenti, il termine per presentare le richieste con la procedura di invio, le risorse disponibili.

Interreg V-A Italia-Slovenia: 8,7 milioni a enti e imprese per progetti ambientali e culturali
Aperto il bando Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020 per sviluppare progetti standard riferiti all'asse 3 del programma riguardante tutela e promozione delle risorse naturali e culturali. Disponibili per le province di Venezia, Udine, Pordenone, Gorizia e Trieste e per quelle slovene 8.668.046 euro. Interessate amministrazioni nazionali, regionali e locali, enti pubblici e privati che si occupano di ambiente, biodiversità, gestione dei rifiuti e delle risorse idriche, naturali e culturali, agenzie di sviluppo, marketing territoriale e turistiche, aree protette, organizzazioni per la gestione dei siti naturali e culturali, ong e altre associazioni professionali e della società civile che si occupano di analoghe questioni, camere di commercio, organizzazioni e associazioni collettive imprenditoriali e professionali di categoria, imprese e cluster, Pmi, università e istituti specializzati nella ricerca, istruzione, formazione e capacity building. Almeno un partner per Stato membro, fino a un massimo di sei. Progetti da 500mila euro a 1,5 mln e cofinanziamento Fesr fino all'85% dei costi ammissibili, con il 15% a carico dei beneficiari. I proponenti italiani devono inviare la domanda, utilizzando il modulo elettronico on line disponibile su www.ita-slo.eu previa creazione di un account di accesso Fvg, a istanze-web.regione.fvg.it/FEGC/Area Riservata/Home.aspx?LANG=ITA, entro le ore 15:00 del 14 settembre 2016.

Friuli Venezia Giulia: fino a 70mila euro per sostenere l'autoimprenditorialità
La Regione Friuli Venezia Giulia ha aperto il bando che concede contributi, in base all'articolo 31 della legge regionale del 20 febbraio 2015 n. 3, per sostenere l'autoimprenditorialità in forma cooperativa, nel settore manifatturiero e terziario, nelle quali la maggioranza assoluta numerica dei soci è costituita da lavoratori colpiti dalle crisi. Finanziabili l'acquisizione di consulenze specialistiche per valutare la fattibilità del progetto di costituzione della cooperativa e l'attivazione delle relative procedure di supporto previste dalla normativa nazionale e dal sistema cooperativo, nonché acquisire consulenze specialistiche, anche nella forma di manager a tempo, per affiancare e accompagnare la cooperativa nella gestione, fino a 24 mesi, della fase di avvio. Contributo fino al 50% della spesa ammissibile, con un limite di spesa non inferiore a 5mila euro, per un massimo di 50mila, elevabile a 70mila per la gestione della fase di avvio. Domanda predisposta utilizzando la modulistica pubblicata sul http://www.fvg.camcom.it/, inviata alla pec del Cciaa competente per territorio: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , dalle ore 9:15 del 20 luglio alle ore 16:30 del 10 ottobre 2016.

Lazio: 12 milioni ai Comuni per investimenti locali
La Regione Lazio ha aperto il bando che concede finanziamenti ai Comuni per realizzare investimenti di carattere locale per il periodo 2016-2018. Disponibili 11.925.000 euro per interventi finalizzati alla tutela della salute, all'incolumità pubblica e al completamento di opere non ultimate. Prevista la presentazione di una sola istanza relativa a un progetto definitivo, per un importo massimo di 350mila euro con una quota di cofinanziamento di almeno il 10% dell'importo richiesto a contributo. L'importo delle spese tecniche ammissibili, al netto della cassa e dell'Iva, non potrà eccedere il 15% dell'importo a base d'asta. Domanda redatta secondo il modello predisposto, inviata alla pec Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , entro le ore 12:00 del 18 luglio 2016.

Toscana: 40mila euro per gli spettacoli dal vivo
La Regione Toscana finanzia progetti di festival di spettacolo dal vivo, realizzati in un ambito territoriale omogeneo, che si caratterizzano per la qualità del progetto artistico-culturale, il carattere innovativo e multidisciplinare della manifestazione, e per il pubblico di riferimento. Disponibili 400mila euro per soggetti pubblici e privati, singoli o associati, costituiti in qualsiasi forma giuridica. I progetti di festival devono prevedere una programmazione di almeno cinque recite sia di ospitalità, sia di produzione e la partecipazione di almeno cinque formazioni. Contributo da 50mila a 100mila euro. Domanda redatta utilizzando la modulistica specifica, inoltrata alla Regione Toscana, settore spettacolo, via Farini n.8 - 50121 Firenze, tramite pec Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , interfaccia web ap@ci, previa registrazione all'indirizzo https://web.e.toscana.it/apaci, a mezzo raccomandata a.r., entro il 22 luglio 2016.

Puglia: 650mila euro alle produzioni teatrali locali
Con il cofinanziamento del Por Fesr 2007-2013, il Teatro pubblico pugliese ha aperto l'avviso 2016 per la presentazione di progetti che definiscano il programma regionale di spettacolo dal vivo, teatro e/o danza, per valorizzare le risorse culturali e ambientali locali. Disponibili 650mila euro per soggetti di produzione e/o programmazione di spettacolo dal vivo di teatro e/o danza, aventi sede in Italia o all'estero, costituiti in qualsiasi forma giuridica, in possesso di specifici requisiti. Per essere ammessa al parco progetti, la proposta deve essere localizzata nel territorio regionale e in aree territoriali limitate, avere una durata da agosto al 16 dicembre 2016, essere composta da programmazione di spettacoli dal vivo in spazi teatrali e in attrattori culturali e naturali, da attività laboratoriali per la formazione del pubblico, da comunicazione e promozione delle attività stesse. L'investimento del Tpp per realizzare ciascun progetto non sarà superiore a 75mila euro. La proposta, redatta secondo la modulistica disponibile, va inviata a mezzo raccomandata o corriere postale con avviso di ricevimento, oppure consegnata a mano da lunedì a venerdì, ore 10:00-13:00 e 16:00-19:00, alla segreteria del Tpp, via Cardassi n.26 70121 Bari, entro le ore 13:00 del 25 luglio 2016.

Emilia Romagna: contributi agli enti per progetti di «educazione civica»
Aperto il bando 2016 della Regione Emilia Romagna 2016 che concede contributi a soggetti pubblici e privati per incentivare progetti che incrementino il coinvolgimento dei cittadini nella formulazione delle proposte politiche. Riservato a enti locali e altri soggetti pubblici e anche a organizzazioni private cui aderisca almeno un soggetto pubblico titolare di poteri decisionali amministrativi collegati al processo partecipativo. Finanziati progetti attinenti a politiche di welfare, con riguardo particolare al sostegno delle pari opportunità di genere e/o al contrasto a tutte le forme di discriminazione diretta o indiretta, di salvaguardia dell'ambiente e del territorio urbano, alla revisione statutaria o all'elaborazione di regolamenti. Contributo fino a 20mila euro. Domanda, redatta secondo il modulo predisposto, inviata alla pec Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , entro le ore 14:00 del 29 luglio 2016.

Campania: 5 milioni agli enti locali per la valorizzazione dei beni culturali
Con il cofinanziamento del piano operativo complementare beni e attività culturali 2016-2017, la Regione Campania ha aperto l'avviso per selezionare e finanziare azioni di valorizzazione e promozione dei beni e dei siti culturali. Disponibili 5 milioni di euro per enti locali e uffici periferici del Mibact, in forma singola o associata. Proposte progettuali relative a eventi e interventi di restauro, conservazione e manutenzione straordinaria, installazioni di dotazioni tecniche e acquisizione di attrezzature/apparecchiature per la valorizzazione e fruizione di beni immobili di valore storico-artistico, architettonico e archeologico, il cui valore complessivo deve essere compreso tra il 30 e il 70% del costo totale del progetto. Contributo fino a 200mila euro. Proposta, redatta secondo il modello predisposto, inviata alla regione Campania, direzione generale per le politiche sociali, le politiche culturali, le pari opportunità ed il tempo libero, Uod 03 «Promozione e Valorizzazione dei Beni Culturali», Centro direzionale - Isola A6 - VI piano - 80143 Napoli, entro le ore 13:00 del 29 luglio 2016.

Impresa rosa: 2,2 milioni da Bruxelles per progetti interstatali
Ce-Cosme ha pubblicato il bando "The european community of women business angels for women entrepreneurs", per sostenere e rafforzare la partecipazione femminile all'imprenditorialità, come previsto anche dal Piano d'azione imprenditorialità 2020. Disponibili 2.200.000 euro per proposte progettuali presentate da un consorzio di almeno 4 partner di 4 diversi Stati membri che deve sviluppare una serie di attività specifiche elencate e descritte nel testo del bando. I membri del consorzio possono essere associazioni/reti/club di business angels donne, di business angels, organizzazioni che si occupano del sostegno alle imprese, associazioni di imprese e reti di sostegno alle imprese, Cciaa o enti simili. Il consorzio deve comprendere una associazione/rete/club di business angels donne esistente e operativa. Contributo fino al 70% dei costi ammissibili e per un massimo di 440mila euro. Domanda presentata per via elettronica attraverso il sistema SEP, accessibile da http://ec.europa.eu/growth/contracts-grants/calls-for-proposals/index_en.htm, entro le ore 17:00 del 28 luglio 2016.

Veneto: 1,5 milioni alle Mpi della cultura e dello spettacolo
La Regione Veneto, con il cofinaziamento del Por Fesr 2014-2020, ha aperto il bando che eroga contributi alle nuove imprese culturali, creative e dello spettacolo. Disponibili 1,5 milioni per micro e piccole imprese e loro consorzi, liberi professionisti e promotori d'impresa. Finanziabili progetti di supporto all'avvio, all' insediamento e allo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, oltre a generare nuove opportunità occupazionali. Contribuito fino al 70% della spesa rendicontata ritenuta ammissibile, con un limite massimo di 140mila euro per una spesa non inferiore a 200mila e un limite minimo di 14mila euro per una spesa di 20mila euro. Domanda compilata e presentata per via telematica, attraverso il Sistema informativo unificato della programmazione unitaria (SIU) della regione, raggiungibile su http://www.regione.veneto.it/web/programmi-comunitari/siu, previo accreditamento per richiedere le credenziali d'accesso al Sistema, fino al 31 agosto 2016.

Mibact: 5,6 milioni ai Comuni del Sud per progetti di valorizzazione culturale
Aperto l'avviso del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo per selezionare proposte di sostegno alla progettazione integrata di scala territoriale/locale per la valorizzazione culturale nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia. Disponibili 5,6 milioni per singolo Comune, Unione o altre forme associative che totalizzano almeno 150mila abitanti. Le proposte, comprendenti interventi di conservazione, fruizione e valorizzazione, anche a fini turistici, di poli di rilevanza strategica del patrimonio culturale, dovranno riferirsi a una chiara e adeguata strategia d'area, articolata in un pacchetto di iniziative progettuali fattibili e coerenti con la strategia territoriale, valutandone preventivamente la fattibilità gestionale e la sostenibilità economica. Contributo fino a 300mila euro. Domanda redatta secondo il formulario predisposto e inviata alla pec Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , entro il 5 settembre 2016.

 

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information