UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 05:40
Home Articoli PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Gli obblighi per i Comuni di acquisizione di beni e servizi tramite CONSIP o Centrali di Committenza regionali dopo la Legge 208/2015

Gli obblighi per i Comuni di acquisizione di beni e servizi tramite CONSIP o Centrali di Committenza regionali dopo la Legge 208/2015

La Legge di stabilita 2016 ha innovato in materia di appalti pubblici attraverso interventi segmentari e senza un disegno unitario.

Come già segnalato, molti sono stati i provvedimenti in materia di semplificazione. Tra essi vanno ricordati l’esenzione dall’obbligo di ricorrere alla centrale unica di committenza per i comuni al di sotto dei 10.000 abitanti per gli affidamenti al di sotto di 40.000 euro e la deroga, per gli acquisti sotto la soglia dei 1.000 euro, al ricorso alle modalità elettroniche, ciò sempre con la previa verifica di non procedere al c.d. “spacchettamento” degli acquisti che potrebbe avere l’effetto incauto di eludere la soglia prevista dalla legge.

Allegati:
Scarica[ARTICOLO COMPLETO IN PDF]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information