UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
24/11/2017 12:17
Home FOTO E RESOCONTI Roma, 12/11/2010 - I Congresso Nazionale - Comunicato Stampa

Roma, 12/11/2010 - I Congresso Nazionale - Comunicato Stampa

I CONGRESSO NAZIONALE UNITEL A TEMA

IL TECNICO DELL'ENTE LOCALE: RUOLO, RESPONSABILITA', FUTURO

Si è svolto a Roma, presso il complesso Melià – Aurelia Antica- il primo congresso nazionale organizzato dall’UNITEL- Unione Nazionale Italiana Tecnici Enti Locali – con il supporto tecnico di Maggioli editore, che ha, caso unico nel Paese, rappresentato alla società le istanze, i problemi e, soprattutto, le mille sfaccettature della attività dei professionisti tecnici della Pubblica Amministrazione.

L’iniziativa, è nata a valle della vittoriosa “battaglia” svolta dall’Associazione, in nome e per conto di tutti gli ingegneri, architetti, geometri e tecnici pubblici in genere, volta al ripristino in Parlamento della incentivazione per la progettazione interna, norma che negli anni ha rappresentato per il la P.A. un enorme risparmio di risorse economiche e l’occasione di valorizzazione delle professionalità presenti negli uffici.

Alla presenza di un foltissimo pubblico di tecnici dipendenti e di libero-professionisti, la due giorni romana, patrocinata dalla Camera dei Deputati, Anci, Regione Lazio, Provincia di Roma ed Ordine degli Architetti della Capitale, ha visto avvicendarsi nelle tre sessioni congressuali i più importanti protagonisti delle Istituzioni, dell’associativismo, della cultura e della società civile; non sono mancati i messaggi di saluto ed amicizia delle Presidenze del Consiglio dei Ministri, del Senato e della Camera dei Deputati.

I lavori sono stati introdotti dal Presidente Nazionale di Unitel Bernardino Primiani, promotore instancabile di questo importante momento di coesione e presa di coscienza della categoria, che con una asciutta ma articolata relazione (v. su www.unitel.it) ha sintetizzato con chiarezza il complesso di responsabilità, oneri, sofferenze dei Colleghi, come anche la franca dedizione, il senso del dovere e la capacità di “problem solving” dei tecncici in ogni situazione.

I temi di dibattito, un impegnativo trittico imperniato su Ruolo, Responsabilità e Futuro, sono stati oggetto di esame critico da parte di ben 30 relatori, fra i quali, nella impossibilità di citare tutti, ricordiamo Franco Karrer, Presidente del Consiglio Superiore dei lavori Pubblici, Giuseppe Brienza, neo Presidente dell’Autorità per i contratti Pubblici.

Il rapporto dinamico con la platea, portatrice delle effettive situazioni di svolgimento del proprio lavoro sul territorio, ed in prima linea nelle realtà più piccole, ha permesso al dibattito di essere realmente foriero di elementi propositivi e di valutazione soprattutto per le Autorità presenti che, non solo non si sono sottratte alla franca discussione ma, e questo era in fondo l’obiettivo sperato, hanno tratto dall’incontro importanti spunti per un futuro portatore di rapporti collaborativi e scelte condivise, più che di decisione gerarchiche.

Si è ancora una volta avuta la conferma che l’azione di Unitel, pacata ma costante ed obiettiva, come nel caso citato del ripristino dei corrispettivi per la progettazione, riesce proprio per la propria non corporatività a portare tutti gli interlocutori, tecnici o di altra estrazione e ruolo, ad un sereno confronto rispetto ad una realtà professionale della Pubblica Amministrazione troppo spesso poco conosciuta ed apprezzata.

L’appuntamento è ora a maggio 2011 per il secondo congresso nazionale, per ospitare il quale si sono già candidati importanti centri dell’Emilia e dell’Abruzzo.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information