UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 03:40
Home Convegni ALTRI EVENTI Garlasco (PV), 29/05/2015 - Giornata di studio

Garlasco (PV), 29/05/2015 - Giornata di studio

Titolo

La concessione di lavori pubblici: contratto e procedure di affidamento – Aggiornamento al decreto c.d. “sblocca Italia”.

La possibilita' di presentare proposte per lavori non programmati (ovvero non inseriti in elenco annuale): la necessità di un avviso indicativo per il diritto di prelazione. Il contratto di disponibilità. La speciale procedura di finanza di progetto prevista, per gli impianti sportivi, dalla legge di stabilità per il 2014.

Premessa

La giornata di studio chiarirà gli aspetti giuridico-amministrativi della finanza di progetto, nella normativa ordinaria dei lavori pubblici. Due le domande fondamentali cui si intende dare risposta: in che cosa consiste il contratto di concessione e come si affida.

Sotto il primo profilo si pongono ulteriori interrogativi: come si distingue la concessione dall’appalto? Concessione di lavori ovvero di servizio: quali i criteri differenziali? Come può risultare l’alea economico-imprenditoriale nelle opere c.d. “fredde”? Quali possono essere, in particolare, i legittimi presupposti per l’equilibrio economico-finanziario dell’investimento, che si possono richiamare nelle premesse del contratto per la disciplina preventiva delle condizioni di revisione del medesimo?

Si analizzerà poi, sotto il secondo profilo, il quadro delle procedure: gara “classica” di concessione, gara monofasica, gara bifasica, procedura che può conseguire all’inerzia dell’Amministrazione e procedura che segue alla presentazione da parte di privati di proposte per interventi non programmati o, comunque, non inseriti in elenco annuale pur se programmati. Per quest’ultima procedura, in particolare, si chiarirà perché debba inderogabilmente essere predisposto un avviso indicativo, pur non previsto dal codice. Si tratterà, poi, dei requisiti di qualificazione.

Si tratteranno, infine, le novità recate dai due decreti “Monti”, con riferimento, in particolare, alla nuova figura del “contratto di disponibilità” e alla disciplina per la nautica da diporto.

Il seminario è aggiornato: alla legge di conversione del decreto “crescita”, con le modifiche al contratto di disponibilità; al secondo decreto “crescita” (D.L. 179/2012, convertito nella L. 221/2012); al decreto c.d “del fare” (D.L. 69/2013, convertito nella L. 98/2013); alla L. 147/2013 (legge di stabilità per il 2014); al D.L. 133/2014 (c.d. “sblocca Italia”).

Ai partecipanti verrà messo a disposizione ampio materiale di documentazione

 

Destinatari

Responsabile unico del procedimento e dirigente responsabile del servizio, di stazione appaltante; addetto alle procedure di gara, sia di stazione appaltante, sia di operatore economico; progettisti di lavori pubblici.

 

Programma

  • La concessione rispetto all’appalto.

  • Criteri differenziali fra concessione di lavori e di servizio: il caso degli asili-nido e delle residenze sanitarie assistite (R.S.A.).

  • I presupposti di legittimazione della concessione “fredda” (ospedali, carceri, scuole, etc.) e la differenza rispetto alla locazione finanziaria (leasing in costruendo).

  • La programmazione e l’identificazione dell’intervento: il presupposto dell’elenco annuale e la sua pubblicizzazione.

  • I lavori collegati e la possibilità di un contributo “atipico”.

  • L’identità del contratto di concessione, a prescindere dalle modalità procedurali. Le criticità della bozza di convenzione.

  • La concessione “classica” e la sua modalità procedurale.

  • Le modalità procedurali previste dal terzo decreto correttivo: la prima e la seconda tipologia di gara; la terza macro-tipologia di procedura; dialogo competitivo e finanza di progetto.

  • L’adeguamento urbanistico.

  • La concessione nel regolamento (d.P.R. 207/2010) e, in particolare: il problema dello studio di fattibilità eccessivamente dettagliato; lo schema normativo “minimo” del contratto di concessione; l’asseverazione del piano economico-finanziario; i requisiti per progettare l’opera, per eseguirla e per gestirla.

  • La disciplina introdotta dal decreto “sviluppo”: la possibilità per i privati di presentare proposte di finanza di progetto e la necessità di un avviso indicativo per affidare il diritto di prelazione.

  • Pubblica illuminazione, risparmio energetico e finanza tramite terzi.

  • L’addebito finale al concessionario dei costi per il servizio di supporto al RUP.

  • Le novità recate dal primo decreto “Monti” (D.L. 201/2011, convertito nella L. 214/2011). Le novità recate dal secondo decreto “Monti” (D.L. 1/2012, convertito nella L. 27/2012): in particolare, il contratto di disponibilità (così come modificato dalla L. 134/2012, in sede di conversione del D.L. 83/2012) e la nautica da diporto.

  • Le novità recate dal D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertita nella L. 9 agosto 2013, n. 98.

  • La speciale procedura di finanza di progetto prevista, per gli impianti sportivi, dalla L. 147/2013 (legge di stabilità per il 2014).

  • Le novità del D.L. 12 settembre 2014, n. 133 (c.d. “sblocca Italia”).

  • Analisi di casi reali.

 

Relatore

Lino BELLAGAMBA – Consulente e formatore, autore di studi e monografie, specializzato nelle procedure di selezione del contraente e in materia di finanza di progetto – www.linobellagamba.it

 

DATA: 2015, 29 maggio 2015.

SEDE: Garlasco (PV), presso sala polivalente del centro culturale “Martinetti”, in via S.S. Trinità n. 6, con orario 9-14.

 

COSTO: a persona, EUR 150 (comprensivo di fornitura di materiale didattico).

 

ADESIONE PREVENTIVA OBBLIGATORIA, ENTRO IL 30 APRILE 2015: le richieste di adesione preventiva, pur non vincolanti, dovranno pervenire su apposito modulo da richiedere via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information