UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 11:09
Home Articoli ECONOMIA E FISCO Sugli immobili di imprese e professionisti Imu deducibile dal 2013

Sugli immobili di imprese e professionisti Imu deducibile dal 2013

La deducibilità di una quota dell'Imu dal reddito di impresa e di arti e professioni compete in base al criterio di cassa ma decorre dall'imposta dovuta per il 2013.

Questa precisazione è stata fornita ieri dall'agenzia delle Entrate a Telefisco 2014. Il comma 715, articolo 1, della legge 147/2013 ha disposto la deducibilità dell'imposta municipale, relativa ai fabbricati strumentali, dal reddito di impresa e di arti e professioni nella misura del 20%, (30% per il periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2013).

È un'imposta la cui deducibilità avviene in base al «critico di cassa» (articolo 99 del Tuir). Peraltro l'Imu viene versata a giugno e dicembre dell'anno per il quale l'imposta è dovuta; quindi, generalmente, il periodo di imposta di competenza coincide con quello di cassa.

Tuttavia può accadere che il contribuente versi nell'anno successivo l'imposta municipale per errore o dimenticanza, magari regolarizzandola con il ravvedimento operoso.

Potrebbe così accadere che nel 2013 il contribuente abbia versato l'Imu relativa al 2012. Secondo l'agenzia delle Entrate il legislatore ha voluto consentire la deducibilità dell'Imu dal reddito di impresa e di lavoro autonomo a partire dal 2013; pertanto l'Imu relativa agli anni 2012 e precedenti non è deducibile dal reddito anche se pagata nel 2013.

Invece in futuro sarà possibile dedurre l'Imu dovuta per un certo anno e versata negli anni successivi. Per esempio, entro il 16 giugno 2014 è consentito versare il conguaglio dell'Imu per il secondo semestre 2013 senza sanzioni e interessi (comma 728, articolo 1, legge 147/2014). Quindi tale imposta, anche se relativa al 2013, sarà deducibile dal reddito d'impresa e professionale prodotto nel 2014.

Il principio di cassa che guida la deducibilità della quota Imu, dovuta dal 2013, è comune a imprese e professionisti. L'Agenzia, nelle risposte, ricorda che, essendo l'Imu deducibile nell'anno in cui avviene il pagamento, anche se tardivo, non è comunque consentita la deduzione di sanzioni e interessi. Una seconda risposta riguarda la natura di fabbricato strumentale per i professionisti la cui imposta municipale è deducibile in quota dal reddito professionale.

L'Agenzia ricorda che per i professionisti (ma anche per le imprese) si considera strumentale l'immobile utilizzato esclusivamente per l'esercizio dell'arte e professione in base all'articolo 43, comma 2, del Tuir. L'immobile utilizzato promiscuamente per l'attività professionale e abitativa non consente quindi alcuna deducibilità dell'Imu dal reddito professionale.

Attenzione: anche un immobile personale del professionista che può essere stato ricevuto, per esempio, in eredità, consente la deducibilità parziale dell'Imu, alla stessa stregua per la quale non si dichiara la rendita catastale nel quadro RB.

(Gian Paolo Tosoni, Il Sole 24 ORE, 31 gennaio 2014)

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information