UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
23/11/2017 15:53
Home Articoli EDILIZIA E URBANISTICA Edilizia e Urbanistica - Piccoli interventi, regole semplificate

Edilizia e Urbanistica - Piccoli interventi, regole semplificate

Il decreto sulle semplificazioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, non manca di incidere notevolmente sulle verifiche obbligatorie e sulle varie comunicazioni riguardanti anche gli infortuni sul lavoro.

 

Le modifiche che sono state apportate ai commi 11 e 12 dell'articolo 71 del Tu, riguardano sostanzialmente l'entrata in campo delle Regioni e quindi dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpa).

Il nuovo comma 11 stabilisce che la prima verifica delle attrezzature riportate nell'allegato VI al Tu è effettuata dall'Inail che provvede nel termine di 45 giorni dalla richiesta, decorso inutilmente il quale, il datore di lavoro può avvalersi della Asl o, qualora ciò sia previsto dalla legge regionale, dell'Arpa e di soggetti pubblici o privati abilitati secondo le modalità stabilite con l'apposito decreto dell'11 aprile 2011.

Le successive verifiche sono effettuate dalla Asl o, ove ciò sia previsto con legge regionale, dall'Arpa, che vi provvede entro 30 giorni dalla richiesta. Decorso inutilmente tale termine, il datore di lavoro può avvalersi dei soggetti pubblici o privati abilitati.

L'Inail, le Asl e l'Arpa hanno l'obbligo di comunicare al datore di lavoro l'eventuale impossibilità di effettuare le verifiche di propria competenza. Oltre al privato anche l'Inail, l'Asl e Arpa possono avvalersi del supporto dei soggetti pubblici e privati abilitati per le verifiche di loro competenza. Le spese sono poste a carico del datore di lavoro.

In merito alla salute e sicurezza nei cantieri temporanei e mobili le modifiche riguardano il campo di applicazione del Titolo IV del Tu e la semplificazione, dei vari Piani di sicurezza, tra cui il piano operativo di sicurezza (Pos). In merito al campo di applicazione esso si restringe, infatti, modificando l'articolo 88 del Tu, alla lettera g-bis, che esclude alcune attività soggette al Titolo IV, sono inseriti anche i piccoli lavori la cui durata presunta non è superiore a 10 uomini-giorno, finalizzati alla realizzazione o manutenzione delle infrastrutture per servizi.

In merito alla semplificazione del Pos è stato inserito nel Tu il nuovo articolo 104-bis con il quale viene previsto che con decreto ministeriale, da emanare entro 60 giorni, sono individuati modelli semplificati per la sua redazione nei termini ex articolo 89, comma 1, lettera h) del Tu, del piano di sicurezza e coordinamento (Psc), previsto all'articolo 100, comma 1 del Tu e del fascicolo dell'opera disciplinato all'articolo 99, comma 1, lettera b) del Tu. Restano fermi i relativi obblighi a essi connessi.

Le comunicazioni obbligatorie all'organo di vigilanza in caso di situazioni di emergenza durante i lavori con esposizione a particolari e specifici rischi, potranno essere effettuate in via telematica anche tramite gli organismi paritetici o le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro. Le comunicazioni riguardano il superamento dei valori limite nelle lavorazioni con esposizione ad agenti chimici, ad agenti cancerogeni e mutageni, ad agenti biologici, nonché la notifica prima dell'inizio dei lavori con esposizione all'amianto.

Sul fronte delle denunce infortuni l'articolo 54 del Dpr 1124/65, che prevedeva la denuncia all'autorità di pubblica sicurezza, degli infortuni occorsi e per i quali era stata diagnosticata una prognosi per più di tre giorni è stato abrogato.

È prevista, invece, la modifica all'articolo 56, Dpr 1124/65, per cui è ora stabilito che le autorità di pubblica sicurezza, le Asl, le Autorità portuali e consolari, le direzioni territoriali del lavoro (Dtl) e i corrispondenti uffici della Regione siciliana e delle Province autonome di Trento e Bolzano, acquisiscano dall'Inail, mediante accesso telematico (secondo le modalità che entreranno in vigore dopo il 180° giorno dalla emanazione del Dm istitutivo del sistema informativo nazionale per la prevenzione-Sinp), i dati relativi alle denunce infortuni sul lavoro mortali e di quelli con prognosi superiore a 30 giorni.

(Luigi Caiazza, Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, Focus Il Decreto del Fare, 26 giugno 2013)

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information