UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
18/11/2017 15:02
Home Articoli PUBBLICO IMPIEGO Nuove disposizioni in materia di trattamenti pensionistici

Nuove disposizioni in materia di trattamenti pensionistici

Per le donne che accedono al regime sperimentale di cui all'art. 1, comma 9, del la legge n. 243/2004 valgono le sole regole di calcolo del sistema contributivo e nei confronti delle stesse continuano a trovare applicazione gli istituti della pensione retributiva o mista; ne deriva che sulla pensione liquidata si applicano le disposizi oni sul trattamento minimo e non è richiesto il requisito dell'importo minimo stabilito per coloro che accedono al trattamento pensionistico in base alla disciplina del sistema contributivo.

Lo ha precisato l'Inps con messaggio n. 219 del 4 gennaio scorso, con cui sono stati forniti importanti chiarimenti sulla riforma pensionistica, che approfondiremo sul prossimo numero della Rivista.

Viene chiarito anche che la facoltà di opzione è finalizzata a consentire alle lavoratrici, in possesso di anzianità contr ibutiva al 31 dicembre 1995, di accedere al pensionamento di anzianità con requisiti anagrafici più favorevoli, 57 anni e 35 anni di contribuzione, rispetto a quelli in vigore dal 1° gennaio 2012; quindi, se la lavoratrice ha perfezionato il diritto al tra ttamento pensionistico (vecchiaia o anzianità) in base ai requisiti previsti per la generalità dei lavoratori vigenti al 31 dicembre 2011 o i nuovi requisiti per la pensione di vecchiaia o pensione anticipata introdotti dalla legge n. 214 del 2011, non può accedere al regime sperimentale.

Viene confermato, anche se tale interpretazione ha creato numerosi problemi, tenuto conto dell'avviso espresso al riguardo dal ministero del Lavoro con la nota del 15 novembre 2012, che la facoltà non può essere esercitata dalle lavoratrici che maturano il requisito anagrafico e contributivo nell'anno 2015 e per le quali, per effetto della disciplina di cui alla legge n. 122/2010, la prima decorrenza utile si colloca post 2015.

Infine, viene chiarito che la domanda di pensi one recante la scelta della lavoratrice di accedere al regime sperimentale può essere oggetto di rinuncia, in base ai criteri di carattere generale in materia di domanda di pensione.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information