UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 14:57
Home Articoli INCENTIVI Incentivi al 40% con il “conto termico”

Incentivi al 40% con il “conto termico”

Il 2 gennaio scorso è apparso nella Gazzetta Ufficiale il decreto dei ministeri dello Sviluppo Economico e dell'Ambiente del 28 dicembre 2012 recante disposizioni sul cosiddetto “conto termico”, disposizioni che hanno lo scopo di incentivare gli interventi volti ad incrementare l'efficienza energetica e, in particolare, la riqualificazione dei fabbricati della pubblica amministraz ione. Lo scopo ultimo del decreto è quello di favorire la produzione e l'autoconsumo di energia pulita da parte dei soggetti sia pubblici che privati.

Per valutare le produzioni annue (e i risparmi ottenuti) di energia termica si dovranno installare dei co ntatori termici per l'invio telematico dei dati (sono incaricati di predisporre le linee guida il gestore dei servizi energetici e il Comitato termotecnico italiano). Probabilmente, i contatori non verranno installati negli impianti domestici, ma piuttosto negli immobili ad alta densità di utilizzo.

I contatori hanno la finalità di misurare in modo attendibile e puntuale la quantità di energia termica effettivamente prodotta e consumata, così da premiare proprio i soggetti che abbiano realizzato impianti te rmici green. Secondo le stime ministeriali, i rimborsi che tali soggetti potranno avere dal conto termico si aggirano intono al 40% dei costi sostenuti per gli impianti (anche se tale percentuale dipende anche dal costo iniziale, dalle spese di installazio ne e da elementi climatico - geografici).

Il decreto si sovrappone in parte alle detrazioni fiscali del 55% per l'installazione di impianti di energia termica sostenibile (che sono state prorogate fino al 30 giugno 2013).

Le pubbliche amministrazioni non pos sono godere delle detrazioni, e quindi per loro l'unica strada è il conto termico. Per i privati, invece, appunto fino al 30 giugno è possibile scegliere. La differenza è che il conto termico non consiste in detrazioni da effettuarsi nell'arco di un decenn io, ma di veri e propri rimborsi (dai due ai cinque anni) versati direttamente nel conto corrente del soggetto che ha installato l'impianto per la produzione di energia termica.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information