UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
22/11/2017 19:19
Home Articoli L'ESPERTO RISPONDE INCARICHI DIRETTI, Interpretazione - Quesito

INCARICHI DIRETTI, Interpretazione - Quesito

BUONGORNO SIG. PRESIDENTE, NEL RINGRAZIARLA PER LE SPIEGAZIONI CIRCA LA INTERPRETAZIONE DEI DISPOSTI LEGISLATIVI CHE HANNO PORTATO DA 20 A 40 MILA EURO LA POSSIBILITà DI INCARICHI DIRETTI, SONO A CHIEDERLE UN'ULTERIORE PRECISAZIONE SU UNA PROCEDURA PER LA QUALE HO VERSIONI DIVERSE.

TRAMITE SUAP EX ART- 5 DPR 497/98 ABBIAMO PROCEDUTO CON LE CONFERENZE DI SERVIZIO CHE SI SONO CONCLUSE CON PARERE POSITIVO ALLA RICHIESTA DI VARIANTE AL PRG VIGENTE. ORA, in relazione all'art. 97 della L.Reionale Lombardia 12/2005 e sm. stiamo stilando l'atto unilaterale d'obbligo, la giunta ne approverà lo schema con i contenuti oggetto d'obbligo, poi il notatio rogiterà l'atto con tutti i dati (fidejussioni ecc. e impegni che la ditta dovrà mantenere) poi conclusione con approvazione da parte del Consiglio comunale.

Il dubbio è questo: tra la conferenza di servizi finale e il consiglio comunale vi è un tempo stabilito per legge entro il quale ciò deve avvenire? (io ho letto da qualche parte che tutto deve concludersi entro 60 giorni) Qui ho due versioni: una che sostiene di sì ed una che afferma NON VI SIANO TEMPI STABILITI, MA NEL PRIMO CONSIGLIO UTILE.

UN ALTRO QUESITO

IN QUESTA PROCEDURA, SUAP, UNA VOLTA ATTIVATA, LA PRIMA CONFERENZA è STATa  DEDICATA ALLA VAS e alla quale sono stati invitati gli Enti coinvolti COMPRESI I COMUNI CONTERMINI

NELLE SUCCESSIVE CONFERENZE DI SERVIZIO,(analisi del progetto-prescrizioni e richieste di modifica... 2a conferenza, parere favorevole in quanto apportato al progetto quanto richiesto nella prima conferenza , terza conferenza di analisi delle osservazioni pervenute durante la stessa 2a conferenza, presa d'atto della esclusione della VIA decretato dalla regione Lombardia, del silenzio assenso della soprintendenza di BS,ecc

TRATTANDOSI DI VARIANTE INTERNA AL PRG E GIà CON PARERE DI ESCLUSIONE DALLA VAS era obbligatorio, come  per la VAS, invitare anccora i COMUNI CONTERMINI e con diritto di voto?

MI SEMBRA CI SIA UNA SENTENZA DEL TAR DI BS  che prevede che le varianti interne industriali non lo richieda

la ringrazio vivamente, ma per un sindaco che ha imparato qualcosa di urbanistica cammin facendo, i dubbi che sorgono sono molti e più pareri mi 'mettono tranquillo'

Cordiali saluti.

RISPOSTA

Per visualizzare il contenuto richiesto bisogna essere utenti registrati ed in regola con il tesseramento annuale.



Effettua il login

Registrati

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information