UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
22/11/2017 11:47
Home Articoli L'ESPERTO RISPONDE competenza dell'ente - gestione del servizio di estintori - quesito

competenza dell'ente - gestione del servizio di estintori - quesito

CONSIDERATO che con il D.Lgs. n° 81/2008 “attuazione dell’Articolo n° 1 della legge 3 agosto 2007, n° 123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro” (G.U. n° 101 del 30 aprile 2006) il quale, all’art. 18 dispone quanto segue:

Art. 18. Obblighi del datore di lavoro e del dirigente

1. Il datore di lavoro, che esercita le attività di cui all'articolo 3, e i dirigenti, che organizzano e dirigono le stesse attività secondo le attribuzioni e competenze ad essi conferite, devono:

…………………………

t) adottare le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell'evacuazione dei luoghi di lavoro, nonché per il caso di pericolo grave e immediato, secondo le disposizioni di cui all'articolo 43. Tali misure devono essere adeguate alla natura dell'attività, alle dimensioni dell'azienda o dell'unità produttiva, e al numero delle persone presenti;

Considerato che l’Art. 43 del medesimo Codice, stabilisce che:

Art. 43. Disposizioni generali

1. Ai fini degli adempimenti di cui all'articolo 18, comma 1, lettera t), il datore di lavoro:

……………………….

e-bis) garantisce la presenza di mezzi di estinzione idonei alla classe di incendio ed al livello di rischio presenti sul luogo di lavoro, tenendo anche conto delle particolari condizioni in cui possono essere usati. L’obbligo si applica anche agli impianti di estinzione fissi, manuali o automatici, individuati in relazione alla valutazione dei rischi.

Dalla lettura delle disposizioni normative, è evidente che l’organizzazione del servizio antincendio nonché la garanzia di presenza di mezzi di estinzione idonei alla classe di incendio ed ai rischi di lavoro, è competenza del Datore di Lavoro e/o Dirigente;

Ai fini di applicazione della norma per gli edifici scolastici evidenziato che la Legge 23/96 stabilisce all’art. 3 la seguenti attività di competenza dei comuni ovvero:

3. Competenze degli enti locali.
1. In attuazione dell'articolo 14, comma 1, lettera i), della legge 8 giugno 1990, n. 142 , provvedono alla realizzazione, alla fornitura e alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici:
a) i comuni, per quelli da destinare a sede di scuole materne, elementari e medie;
…………………………..
2. In relazione agli obblighi per essi stabiliti dal comma 1, i comuni e le province provvedono altresì alle spese varie di ufficio e per l'arredamento e a quelle per le utenze elettriche e telefoniche, per la provvista dell'acqua e del gas, per il riscaldamento ed ai relativi impianti.

E’ evidente che l’art. 3 della Legge 23/96 non specifica in maniera univoca la competenza dell’ente alla gestione del servizio di manutenzione degli estintori, ma dalla lettura del D.Lgs. n° 81/2008 è chiaro che la gestione del servizio è in capo al datore di Lavoro.

Si chiede, pertanto, di voler esprimere un parere in merito alla competenza dell’ente alla gestione del servizio di estintori presso gli edifici scolastici.

Risposta

La legge n. 23 dell'11.01.1996, gazz.uff. ser.gen.n.15 del 19.01.1996, ha definito le competenze tra gli enti territoriali e tra questi e  gli istituti scolastici. Orbene l'art.3 della succitata norma prevede che, in attuazione dell'art.14 c.1 lett.i della L.142 dell'8.06.1990,comuni e provincie provvedono alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici.Il c.3 del citato art.3 recita " l'ente locale competente è tenuto  a dare alle scuole parere obbligatorio preventivo sull'adeguatezza dei locali ovvero ad assumere formale impegno ad adeguare tali locali contestualmente all'impianto delle attrezzature". Pertanto, non ci piove che è l'ente locale che deve provvedere agli impianti antincendio fissi (idranti) e mobili ( estintori).

Se ci tieni all'incolumità del collega puoi suggerirgli di ricorrere all'istituto delle funzioni delegate previsto dall'art.3 c.4 della succitata legge, provvedendo a specifici finanziamenti ad hoc erogati (quindi vincolati) all'istituto scolastico nella persona del Dirigente pro-tempore.

Ti sottolineo però che l'efficacia di detto istituto, quindi l'esonero dalle responsabilità d'ordine penale dell'ente,  è subordinata all'accettazione per iscritto del Dirigente Scolastico.

 

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information