UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 15:00
Home Articoli SENTENZE Legittimo annullamento di aggiudicazione con escussione della relativa cauzione provvisoria per mancata presentazione della

Legittimo annullamento di aggiudicazione con escussione della relativa cauzione provvisoria per mancata presentazione della

Legittimo annullamento di aggiudicazione con escussione della relativa cauzione provvisoria per mancata presentazione della cauzione definitiva a causa della chiusura dell’Agenzia di Assicurazioni

la ricorrente, anche a pena del venir meno del fondamentale principio della parità di trattamento dei concorrenti, non può per certo invocare motivi di forza maggiore per esimersi dalla conseguenza del proprio inadempimento

la ricorrente infatti ben avrebbe potuto rivolgersi ad altra agenzia della medesima ovvero di altra compagnia di assicurazioni, oppure produrre in alternativa una garanzia bancaria come espressamente previsto dall’art. 34 del capitolato speciale d’appalto

che la decadenza dall’affidamento è contemplata in via del tutto automatica, anche in conformità a quanto disposto dall’art. 113 del D.L.vo 12 aprile 2006 n. 113, nella lett. e) delle “Disposizioni varie” del disciplinare di gara, laddove – per l’appunto - si dispone che “nel termine che verrà indicato dall’Ente appaltante l’Impresa sarà tenuta a costituire la cauzione definitiva e ad intervenire per la sottoscrizione del contratto d’appalto. Ove nell’indicato termine l’Impresa non ottemperi alle richieste che saranno formulate, la Stazione Appaltante, senza bisogno di ulteriori formalità o preavvisi di sorta, potrà ritenere decaduta, a tutti gli effetti di legge e di regolamento, l’Impresa stessa dalla aggiudicazione, procederà all’incameramento della cauzione provvisoria e disporrà l’aggiudicazione dell’appalto al concorrente che segue in graduatoria” e che in tale contesto la ricorrente, anche a pena del venir meno del fondamentale principio della parità di trattamento dei concorrenti, non può per certo invocare motivi di forza maggiore per esimersi dalla conseguenza del proprio inadempimento e consistenti nella chiusura feriale dall’1 agosto al 31 agosto 2010 dell’agenzia di assicurazioni di propria fiducia, quando l’aggiudicazione definitiva le era stata comunicata già con nota della stazione appaltante Prot. 3989 dd. 21 luglio 2010 (cfr. doc. 7 di parte resistente) e quando, a fronte della formale richiesta della stazione appaltante medesima di produrre la cauzione definitiva ricevuta il 9 agosto 2010 (cfr. nota Prot. 4183 dd. 5 agosto 2010, ibidem, doc. 8), ben avrebbe potuto rivolgersi ad altra agenzia della medesima ovvero di altra compagnia di assicurazioni, oppure produrre in alternativa una garanzia bancaria come espressamente previsto dall’art. 34 del capitolato speciale d’appalto (cfr. ibidem, doc. 3).

A cura di Sonia Lazzini

Riportiamo qui di seguito la sentenza numero 6171 del 29 novembre 2010 pronunciata dal Tar Veneto, Venezia

Allegati:
Scarica[Commento + Sentenza]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information