UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 10:59
Home Articoli SENTENZE Legittima esclusione per anomalia riscontrata nel calcolo dell’importo della cauzione definitiva

Legittima esclusione per anomalia riscontrata nel calcolo dell’importo della cauzione definitiva

Legittima esclusione per anomalia riscontrata nel calcolo dell’importo della cauzione definitiva

L’offerta della ricorrente è stata sottoposta a verifica dell’anomalia riscontrata, tra altro, nel calcolo dell’importo della cauzione definitiva, notevolmente sottostimato.

In detto ambito, superata ogni altra questione, e richiesta di quantificare l’onere derivante dalla costituzione della cauzione definitiva, comprovandola con dichiarazioni rilasciate da soggetto abilitato ex art. 75 del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163, codice dei contratti pubblici, la ricorrente provvedeva tardivamente, senza allegare alcuna dichiarazione a comprova e contestando l’importo della stessa (all.ti 9 e 10 alla memoria erariale).
Da qui la determinazione di esclusione.

Avverso la quale la ricorrente, premesso che la cauzione definitiva deve essere parametrata all’importo contrattuale, ex art. 113, d. lgs. 163706, opina che questo non deve comprendere gli importi non soggetti a ribasso, ovvero il costo del materiale fornito (rectius manodopera), che non può dar luogo a responsabilità contrattuale dell’appaltatore; sostiene altresì la società che la disciplina di gara deponeva chiaramente in tal senso, limitando l’importo contrattuale al solo margine di agenzia, come ritiene attestato dagli atti di gara, dai quali, si espone, emergeva un quadro variegato dell’interpretazione sul punto.
Ma siffatto impianto argomentativo non è condivisibile.

Come correttamente rilevato dalla difesa erariale, il combinato disposto degli artt. 113 (“L'esecutore del contratto è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria del 10 per cento dell'importo contrattuale…” e 29, comma 1 (“Il calcolo del valore stimato degli appalti pubblici e delle concessioni di lavori o servizi pubblici è basato sull'importo totale pagabile al netto dell'IVA…”) del d. lgs. 163/06 impedisce di accedere all’interpretazione offerta dalla ricorrente, dalla quale discenderebbe la sottrazione dalla copertura cauzionale della voce costituita dalle retribuzioni dei lavoratori, ovvero di importi che l’agenzia di somministrazione è tenuta a corrispondere, quale retribuzione dei lavoratori impiegati, nei confronti della stazione appaltante, da cui riceve le somme necessarie a tale scopo.
Né è sostenibile che la lex specialis di gara deponesse chiaramente in senso contrario, alla luce dell’approfondita istruttoria disposta dalla commissione tecnica, emergente dagli stessi verbali allegati dalla parte ricorrente, che ha permesso di accertare che altri candidati, le cui offerte sono risultate non anomale, tra cui l’aggiudicataria, hanno correttamente calcolato l’importo della cauzione definitiva.
Resta ancora da precisare che non conduce agli sperati esiti la censura, pure sollevata dalla ricorrente, con cui si sostiene che anche l’aggiudicataria ha erroneamente calcolato l’importo della cauzione (mancato aumento della percentuale di cui all’art. 113, comma 1 del d. lgs. 163/06): la accertata legittimità dell’esclusione della ricorrente rende, infatti, quest’ultima priva di interesse alla contestazione in parola.
In ogni caso, non appare superfluo aggiungere che l’amministrazione resistente ha dato atto che l’aggiudicataria, la cui offerta non era stata sottoposta a verifica di anomalia, e che aveva correttamente calcolato il valore complessivo contrattuale, ha successivamente depositato cauzione nell’importo corretto, ovvero applicandovi l’ulteriore maggiorazione prevista dall’art. 113, comma 1.
4. Alla rilevata infondatezza del gravame consegue che devono essere respinte sia la domanda demolitoria che quella risarcitoria.

A cura di Sonia Lazzini
Riportiamo qui di seguito la sentenza numero 33039 del 27 ottobre 2010 pronunciata dal Tar Lazio, Roma

Allegati:
Scarica[Commento + Sentenza]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information