UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
22/11/2017 02:51
Home Articoli INCENTIVI SPECIALE 2% - Comunicato stampa

SPECIALE 2% - Comunicato stampa

Con l’approvazione finale della camera, in terza lettura, del Disegno di Legge C1441/Quater /F recante "Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti ed altro”, all'art. 35 comma 3 l’aliquota dell’incentivo per la progettazioni spettante ai professionisti tecnici della P.A. è stato riportata al 2%, alla fine di una vicenda politico-parlamentare durata più di 2 anni.

L’aliquota era stata ridotta, manu militari, del 75% (!) in via definitiva con la promulgazione della L. 2/’09, dopo uno sconcertante balletto di decisioni, ripensamenti, abrogazioni, illogicità giuridiche (leggasi retroattività della norma) che, dall’estate del 2008, ha profondamente offeso la comunità tecnica della P.A.
Nonostante la contrarietà delle forze sociali e politiche più responsabili, si sono voluti  paventare risparmi per il pubblico erario che nella realtà, e come da Unitel indicato già nel 2008, non erano tecnicamente possibili, in quanto il provvedimento era di fatto propedeutico alla decimazione degli interventi in house ed al ricorso generalizzato al mercato privato della progettazione, con i costi immaginabili.
Dal punto di vista dell’Unitel non si può negare, con un certo orgoglio, di essere riusciti con le armi della ragionevolezza a portare avanti una battaglia civica, impostata con fermezza non corporativa e con la serenità che si alimenta con la convinzione; prova ne sia che tutti gli interlocutori che ci hanno voluto ascoltare, hanno rapidamente sposato le nostre tesi, ed i risultati si sono visti nel dibattito parlamentare.

Sin dalla prima ora, infatti, Soci e dirigenti di Unitel hanno sopratutto rappresentato alla comunità politica, tecnica ed ai Cittadini delle nostre realtà locali, che la norma contribuiva ad innescare soprattutto una pericolosa azione di progressivo depauperamento del potenziale di crescita e professionalizzazione del personale tecnico della Amministrazioni.
Non possiamo pertanto, come tecnici e come Associazione, che prendere atto con soddisfazione del dato che, una tantum, anche il “palazzo” sa essere ragionevole e riconoscere gli errori.
E che del portato di consapevolezze si tratta non vi sia dubbio, in quanto Unitel non aveva altre “armi” che la rappresentazione di dati oggettivi e la ragionevolezza nella comunicazione, non certo potenza di fuoco per azioni di lobbing possibili forse per altri blocchi sociali od economici: torniamo serenamente al lavoro, al quale dobbiamo dedicare tutte le nostre energie, questi sono i nostri abiti e nel servizio per i cittadini vogliamo utilizzare le nostre poche, ma determinate, energie.


Bernardino Primiani

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information