UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
23/11/2017 18:00
Home Articoli SENTENZE La ricorrente, in quanto seconda classificata, ha titolo all’aggiudicazione della gara.

La ricorrente, in quanto seconda classificata, ha titolo all’aggiudicazione della gara.

La ricorrente, in quanto seconda classificata, ha titolo all’aggiudicazione della gara.

Peraltro, come è pacifico tra le parti, ormai l’appalto (avente una durata di trentasei mesi da agosto 2008) è quasi completamente eseguito ed inoltre la ricorrente non ha manifestato nella memoria conclusiva interesse a subentrare nel relativo contratto., per cui occorre prendere in considerazione la domanda di risarcimento del danno per equivalente.

Nella vicenda appare senz’altro addebitabile a colpa dell’Amministrazione la mancata esclusione dalla gara dell’aggiudicataria, nonostante una specifica richiesta in tal senso da parte della ricorrente prima della proposizione del ricorso.

Né vale sostenere da parte dell’Amministrazione la mancanza del carattere strumentale nella societa Controinteressata in quanto la particolarità della vicenda è l’interposizione di uno schermo societario fra l’ente locale e la società strumentale, che nella specie poteva essere rilevato con l’ordinaria diligenza.

Per la quantificazione del danno a carico dell’Amministrazione , che la ricorrente prospetta complessiva mente in euro 160.000,00, di cui 60.000 per mancata esecuzione del contratto avente un valore complessivo di euro 600.000 ed un utile del 10% + euro 100.000 per perdita del fatturato che le avrebbe consentito di partecipare ad altre gare), occorre considerare che:
-il lucro cessante da mancata aggiudicazione va limitato, in conformità alla decisione della Sezione 22 febbraio 2010 n.1038, alla minor somma fra l'utile dichiarato dall'impresa all'atto della presentazione dell'offerta ( o desumibile dal tenore complessivo di essa ) e la percentuale del 10% dell'importo complessivo della base d’asta come ribassato dall’offerta della ricorrente ( unico parametro indicato nell’appello che così isolatamente considerato consentirebbe un'ingiusta locupletazione all'impresa danneggiata). Tale somma, trattandosi di debito di valore, va incrementata con la rivalutazione monetaria dal giorno in cui è stato stipulato il contratto con l'impresa illegittima aggiudicataria, sino alla pubblicazione della presente sentenza (a decorrere da tale momento, in conseguenza della liquidazione giudiziale, il debito di valore si trasforma in debito di valuta). Spettano, inoltre, gli interessi nella misura legale dalla data di pubblicazione delle presente decisione fino al soddisfo effettivo (Cons. Stato, Sez. VI, n. 3144/2009);
-la risarcibilità del c.d. danno curricolare (pregiudizio subìto dall’impresa a causa del mancato arricchimento del curriculum professionale per non aver svolto l’appalto) non può spettare nella somma indicata dalla ricorrente di 100.000,00 euro, che è eccessivamente elevata tenendo presente che normalmente viene determinata in una percentuale alquanto ristretta (dall’1% al 5%, talvolta applicata sull’importo globale dell’appalto ed in altri casi sulla somma liquidata a titolo di lucro cessante (V. Cons. di St. Sez. VI 21 maggio 2009 n. 3144). Essa nel caso in esame viene perciò stabilita in via equitativa in euro 7.000,00 attualizzati, che corrisponde all’incirca all’1% del valore complessivo dell’appalto.
La somma dovuta a titolo di risarcimento danno per equivalente, secondo i criteri sopra indicati, dovrà essere liquidata ai sensi dell’ 35 comma 2, d.lg. 31 marzo 1998 n. 80, sostituito dall’art. 7 l. 21 luglio 2000 n. 205, entro il termine di 90 giorni dalla comunicazione o notificazione, ove anteriore della presente decisione.
Pertanto, alla luce delle predette argomentazioni, l’appello deve essere accolto nei limiti indicati.
Le spese di entrambi i gradi di giudizio seguono la soccombenza e sono liquidate in dispositivo.

A cura di Sonia Lazzini
Riportiamo qui di seguito la decisione numero 6527 del 10 settembre 2010 pronunciata dal Consiglio di Stato
Allegati:
Scarica[Commento + Sentenza]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information