UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/11/2017 18:27
Home Articoli ENERGIA FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI (FER) – Impianti fotovoltaici ed eolici.

FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI (FER) – Impianti fotovoltaici ed eolici.

Per quanto riguarda lo sviluppo delle fonti rinnovabili, l’allegato I, punto 12, del D.Lgs. 192/05 modificato dal D.Lgs. 311/06 rende obbligatorio, per tutte le categorie di edifici pubblici e privati, l'utilizzo di fonti rinnovabili ed assimilate per la produzione di energia termica ed elettrica.  
Le modalità applicative di tali obblighi, le prescrizioni minime, le caratteristiche tecniche e costruttive degli impianti verranno definite con i decreti di cui all'articolo 4, comma 1.
Pur rinviando, come sopra accennato, ad appositi decreti attuativi, già fornisce delle indicazioni prevedendo, nel caso di edifici di nuova costruzione o nuova installazione di impianti termici o di ristrutturazione degli impianti termici esistenti, che l'impianto di produzione di energia termica sia progettato e realizzato in modo da coprire almeno il 50% del fabbisogno annuo di energia primaria richiesta per la produzione di acqua calda sanitaria con l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili. Tale limite è ridotto al 20% per gli edifici situati nei centri storici.
Per l’energia elettrica, invece, non indica quantità minime da produrre da fonte rinnovabile, ma ne fissa la tecnologia, individuando i pannelli fotovoltaici quale unico sistema da adottare. Tale prescrizione vale per gli edifici, pubblici e privati, nuovi ed esistenti (se di superficie utile superiore a 1000 mq.) nel caso di ristrutturazione integrale degli elementi edilizi costituenti l’involucro e nel caso di demolizione e ricostruzione in manutenzione straordinaria.
In data 27 febbraio 2007 è entrato in vigore il decreto ministeriale 19 febbraio 2007 con il quale sono state aggiornate le tariffe del conto energia ed in un’ottica di semplificazione finalizzata ad agevolare ed incrementare la realizzazione di impianti fotovoltaici sono state “riscritte” le modalità autorizzative di tali impianti.
Infatti l’articolo 5, comma 7, del D.M. citato stabilisce che “ai sensi dell’articolo 12, comma 5, del D. Lgs. n. 387/2003, per la costruzione e l’esercizio di impianti fotovoltaici per i quali non è necessaria alcuna autorizzazione, come risultante dalla legislazione nazionale e regionale vigente in relazione alle caratteristiche ed alla ubicazione dell’impianto, non si dà luogo al procedimento unico di cui all’articolo 12, comma 4, del D. Lgs n. 387/03 ed è sufficiente per gli stessi impianti la dichiarazione di inizio attività. Qualora sia necessaria l’acquisizione di un provvedimento autorizzativo comunque denominato, l’acquisizione del predetto provvedimento sostituisce il procedimento unico ex art. 12, comma 4, del D. Lgs. n. 387/03 …. omissis”.
Infine, il comma 8, dello stesso articolo stabilisce che gli impianti fotovoltaici parzialmente integrati o totalmente integrati, così come definiti dallo stesso D.M. e relativi allegati tecnici, nonché gli impianti fotovoltaici di potenza non superiore a 20 kW sono considerati impianti non industriali e conseguentemente non sono soggetti alla verifica ambientale di cui al dPR 12 aprile 1996 e successive modificazioni sempreché non ubicati in aree protette.
Allegati:
Scarica[Articolo completo]
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information