UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
23/11/2017 18:00
Home Articoli LAVORI PUBBLICI ANCI - Lavori pubblici - Audizione Anci sulla riforma del Project Financing

ANCI - Lavori pubblici - Audizione Anci sulla riforma del Project Financing

Audizione ANCI 10/12/2008 - Maggioli editore L’Autorità di vigilanza ha predisposto un “documento base con linee guida per la finanza di progetto e per la compilazione dello studio di fattibilità.

Si è svolta oggi, 10 dicembre, un’audizione presso l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture in merito a “La finanza di progetto a seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs 152/08”. Per l’ANCI erano presenti: Guglielmina Olivieri Pennesi – Responsabile Ufficio LLPP e Roberto Giovannini – Consulente ANCI Servizi - esperto in materia di Project Financing

L’Autorità di vigilanza ha predisposto un “documento base” composto da due allegati: All. I “linee guida per la finanza di progetto”; All II “linee guida per la compilazione dello studio di fattibilità”. Da parte sua l’ANCI, riservandosi di trasmettere una propria nota, con alcune considerazioni, ha affermato l’apprezzamento per lo sforzo compiuto dall’Autorità nell’aver predisposto un documento molto dettagliato in cui emerge la necessità di individuare contenuti minimi dello Studio di fattibilità, a causa della scarsa disciplina vigente su questo argomento.

Le Stazioni appaltanti, con la riforma dell’istituto del Project Financing introdotta con il III° decreto correttivo al codice dei contratti pubblici (D.Lgs 152/08), vengono responsabilizzate e sollecitate in caso di inerzia.

Infatti, laddove entro sei mesi (dall’inserimento dell’intervento da realizzare nell’elenco annuale) le Stazioni appaltanti non abbiano provveduto alla pubblicazione del bando saranno i privati stessi a presentare una proposta.

Da ciò si evince il ruolo cardine che assumeranno i Comuni. Tuttavia occorre rilevare che nell’arco temporale di due anni sono stati emanati ben tre decreti correttivi al codice dei contratti pubblici ed approvato un Regolamento attuativo e quindi è evidente il grande senso di disorientamento avvertito dai Comuni.

Tali difficoltà potranno essere superate con la formazione del personale, attraverso l’organizzazione di eventi mirati quali seminari, workshop e quant’altro, portando all’attenzione anche esempi di buone pratiche rese possibili dai Comuni più virtuosi.

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information


Appaltiecontratti.it
 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information