UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/04/2019 18:49
Home

Articoli Unitel

Raccomandazione parlamentare

Cari colleghi, la discussione innescata da UNITEL  sulla riforma degli incentivi ex art. 92,comma 5, del Codice dei Contratti,operata dall’art. 61 del’emanando  Decreto Fiscale, sembra aver richiamato l’attenzione dei Parlamentari più sensibili .
Difatti dopo la presa di posizione di ANCI , dell’ VIII Commissione Lavori Pubblici del Senato , dell’OdG n° 169 ,abbiamo avuto notizia di altro OdG n° 9/1386 – B21,a firma degli On.li Bocci e Viola, iscritto e discusso nella seduta n° 48 del  5 Agosto della Camera dei Deputati concernente la questione degli incentivi .

Leggi tutto...
 

Programmazione annuale e triennale opere pubbliche... a rischio, i tecnici comunali sono in rivolta

Programmazione annuale e triennale opere pubbliche... a rischio, i tecnici comunali sono in rivolta
Bernardino Primiani – presidente nazionale Unitel
Claudio Esposito - componente Direttivo nazionale Unitel

 

Com′è noto, la Legge 11.02.1994 n.109, Legge Quadro in materia di Lavori Pubblici (cd. Merloni), ha riformato l′intera materia concernente appunto la realizzazione dei lavori pubblici.
Il clima politico nel quale la riforma è stata generata e del quale porta indubbiamente il segno, è quello relativo alla vicenda “Mani Pulite”.

Immediatamente prima, un′altra importante riforma per il mondo della Pubblica Amministrazione vedeva la luce: Il D. Lgs. 3.2.1993, n. 29. Tale decreto stabiliva un principio cardine, ossia la separazione dei compiti all′interno della P.A. fra gli organi politici e l′apparato burocratico: ai primi spettava la Programmazione ed il Controllo, ai secondi la Gestione materiale dei procedimenti per raggiungere gli obiettivi programmati . Articolazione, questa, fondamentale, essendo risultata poi essere il leitmotiv della legislazione succedutasi fino ad oggi in subjecta materia e della quale risulta permeata anche la richiamata Legge Quadro .
Leggi tutto...

Compenso destinato al broker - formalmente pagato dalla compagnia assicuratrice

A cura di Sonia LAzzini
Il giudice di appello della Corte dei Conti non condive l’assunto secondo il quale il compenso destinato al broker - e formalmente pagato dalla compagnia assicuratrice poi individuata quale contraente – incide in maniera corrispondente nella determinazione del prezzo, per la contraenza pubblica, del contratto assicurativo stesso: detta somma, dunque, non costituisce danno ingiusto per la p.a.._ VA NEGATA una specifica onerosità del contratto di assicurazione , legata alla presenza del broker: in quanto per il cliente il premio finale resta invariato, quale che sia la forma gestionale prescelta, perché le voci di costo sono sempre calcolate allo stesso modo dall’assicuratore (il quale, appunto, nel caso sia presente un broker, paga quest’ultimo, altrimenti retribuirà i propri agenti)

 

Leggi tutto...

Il terzo decreto correttivo non accoglie la proposta UNITEL...

Il terzo decreto correttivo non accoglie la proposta UNITEL; per il riconoscimento l′Associazione inizierà una seria battaglia democratica in tutte le sedi istituzionali
Giuseppe Larosa – Consulente Nazionale U.N.I.T.E.L.
Daniela Primiani – Consulente Nazionale U.N.I.T.E.L.

 

IL TERZO DECRETO CORRETTIVO NON ACCOGLIE LA PROPOSTA UNITEL
Dopo la “bocciatura” della Corte dei Conti sull’eccesso di delega del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici D.lgs. n. 163/2006, si sono aperti dibattiti, nelle competenti sedi istituzionali, sui vari profili censurati dalla magistratura contabile che, come da indiscrezioni dell’ultima ora, avrebbero indotto il Governo ad inserire nel cosiddetto terzo decreto correttivo alcune norme previste nel Regolamento e non registrate dalla Corte perché ritenute essere riservate alla normativa primaria e dunque “extra regolamento”.
Leggi tutto...

Ulteriori disposizione al Decreto L.gvo 22 Gennaio 2004, n.42

ULTERIORI DISPOSIZIONI CORRETTIVE ED INTEGRATIVE AL DECRETO L.gvo 22 Gennaio 2004, n.42, IN RELAZIONE AL PAESAGGIO′-
UNITEL si è posto il quesito, in attesa che qualcuno dica qualcosa, dovrebbe stimolare le Istituzioni a fare un pò di chiarezza, ricordando che gli EE.LL non sono in grado di moltiplicare i propri uffici, tantopiù se DALL′ATTUAZIONE DEL PRESENTE ARTICOLO NON DEVONO DERIVARE NUOVI E MAGGIORI ONERI A CARICO DELLA FINANZA PUBBLICA.
Paolo Gardino - Presidente della sezione provinciale di Asti

Visto
Ing. Marina Parrinello
Coordinatore Area Nord

Data, addì 25/6/2008

Al Presidente

OGGETTO: Ulteriori disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione al paesaggio.
Leggi tutto...
Pagina 64 di 66

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information