UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/04/2019 18:12
Home

Articoli Unitel

Niente automatismi per i premi-progetto

Niente automatismi per i premi-progetto

Il dipendente comunale, che ha realizzato un nuovo progetto, non ha diritto all'erogazione del premio incentivante automaticamente. La produttività può essere erogata soltanto nel caso in cui il responsabile abbia approvato preventivamente l'azione di miglioramento e ne abbia accertato la concreta realizzazione. Nel caso in cui il progetto non sia stato approvato ex ante, benché sia stato concretamente realizzato, al dipendente non può essere erogata la produttività.

A sancirlo il Consiglio di stato che, con la sentenza n. 8949/10 del 16 dicembre, ha respinto il ricorso di un dipendente comunale contro il no dell'ente locale al pagamento della produttività.

Nel caso specifico, un dipendente di un ente locale, che aveva realizzato un progetto di miglioramento, aveva richiesto all'ente il pagamento del premio incentivante, ma il comune aveva respinto tale richiesta, sostenendo che il progetto non era stato approvato dall'ente.

Il Tar in primo grado aveva respinto il ricorso, ritenendo legittimo l'operato del comune e il dipendente ha impugnato la pronuncia.

Leggi tutto...
 

La rappresentanza sindacale dopo Pomigliano

La rappresentanza sindacale dopo Pomigliano

Senonché questa conferma non è bastata all’azienda che ha sollevato l’esigenza di cambiare la cornice generale che regola i rapporti di lavoro per tutto il sistema FIAT, a cominciare da Mirafiori: in mancanza di tali cambiamenti ha minacciato di uscire dal sistema contrattuale e addirittura dalla Confindustria.

In risposta a questa sollecitazione i contraenti nazionali Federmeccanica, Fim-Uilm- Fismic (esclusa la Fiom) sono orientati a definire norme specifiche per il settore auto che vengano incontro alle esigenze aziendali ma che restino nell’ambito del contratto nazionale. La possibilità di norme specifiche, legata ai contratti di un dato settore, è già prevista nel contratto dei metalmeccanici e ha precedenti in altre categorie.

Una simile soluzione permetterebbe di dare soluzioni nuove alle questioni critiche poste dalla Fiat (organizzazione degli orari di lavoro, straordinari, pause, turni, ecc.) senza rompere il quadro nazionale e anche senza

Leggi tutto...

Il blocco delle progressioni è solo dal 2011

Il blocco delle progressioni è solo dal 2011

Il decreto legge n. 78 non blocca le progressioni di competenza del 2010. La recente deliberazione n. 1015 della Corte dei conti della Lombardia analizza nel dettaglio alcune conseguenze dell’art. 9, comma 21, della manovra estiva sulla possibile carriera dei dipendenti degli enti locali. Nell’ambito del più generale contenimento della spesa pubblica il legislatore ha previsto che le progressioni di carriera comunque denominate, eventualmente disposte negli anni 2011, 2012 e 2013, hanno effetto, per i predetti anni, ai fini esclusivamente giuridici. Senza soffermarsi sulla presunta o meno incostituzionalità della disposizione, i giudici contabili lombardi estendono il campo di applicazione della norma, la quale andrà applicata su ogni variazione di inquadramento del dipendente e quindi sia sulle progressioni orizzontali che verticali.

Leggi tutto...

Dall'Anci le linee guida sul ciclo della performance

Dall'Anci le linee guida sul ciclo della performance

Allo stato attuale il mondo delle autonomie locali è un cantiere aperto e per molti enti il rispetto della scadenza non è così scontato. A capo del cantiere c’è l’Anci che per supportare le amministrazioni locali ha prodotto delle linee guida operative in materia di ciclo della performance, valutazione ed organismi indipendenti di valutazione. Queste linee prendono le mosse dal  quadro già delineato dalla Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche (Civit) con le proprie delibere e ne adattano i contenuti alle specifiche caratteristiche dei Comuni, nel rispetto dell’autonomia nell’attuazione della riforma riconosciuta agli enti locali dal decreto stesso.

Leggi tutto...

Milleproroghe: rinvio per le case fantasma. Liberalizzazione per le reti wi-fi, scontro sul 5 per mille

Milleproroghe: rinvio per le case fantasma. Liberalizzazione per le reti wi-fi, scontro sul 5 per mille
Saranno efficaci anche per l'anno d'imposta 2011 le leggi regionali emanate in materia di tassa automobilistica e di Irap. Proroga resasi necessaria al fine di assicurare continuità di gettito fino all'entrata in vigore dei decreti attuativi del federalismo fiscale.
Non trovano al momento posto gli sgravi fiscali per i benzinai e la proroga degli sfratti, mentre il piano straordinario di Pompei e il sovrapprezzo di un euro sui biglietti del cinema per finanziare i bonus fiscali al settore sono stati stralciati dal testo licenziatio da Palazzo Chigi. Restano gli aiuti alle imprese cinematografiche ma solo per i primi sei mesi del 2011.
(Marco Mobili e Gianni Trovati, Il Sole 24 ORE)
Pagina 45 di 66

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information