UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
21/04/2019 18:14
Home

OBBLIGO VERIFICHE SISMICHE EDIFICI STRATEGICI: ULTIME NOVITA' E PROPOSTE DI VALUTAZIONE

OPCM 3274/2003: niente più proroghe

È nel 2003, con l’OPCM n.3274, che il Governo ha introdotto, per la prima volta, l’obbligo di valutazione di vulnerabilità sismica sul patrimonio edilizio pubblico.

Il 31 dicembre 2018, dopo 15 anni, è scaduto il termine ultimo per la verifica degli edifici di interesse strategico e rilevanti, posti in zona 1 e 2. Pertanto è opportuno che ora le amministrazioni locali si concentrino sull’esecuzione di verifiche sismiche negli edifici posti in zone meno rischiose, come le zone 3 e 4.

Le novità normative del 2018

Dopo 10 anni dalle NTC 2008 e tre sismi con conseguenze distruttive per gli edifici, il 2018 ha visto anche la pubblicazione delle nuove Norme Tecniche delle Costruzioni, le quali danno ancora più importanza alle verifiche sismiche sugli edifici esistenti.

Ci sono alcune novità contenute nel capitolo 8 e nelle sue circolari esplicative, rese pubbliche all’inizio del 2019, inerenti gli edifici esistenti e che interessano l’esecuzione di verifiche sismiche:

• è opportuno eseguire le indagini con un approccio graduale, eseguendo analisi preliminari per stilare successivamente un piano di indagini che preservi il più possibile l’integrità l’edificio;

• devono essere verificati anche gli elementi non strutturali dell’edificio, poiché sono ugualmente significativi ai fini della sicurezza e dell’incolumità delle persone;

• infine, il prelievo di campioni dalla struttura deve avvenire da parte di un laboratorio certificato secondo l’art.59 del DPR 380/2001;

• è necessario non solo valutare la sicurezza del fabbricato alle azioni sismiche, ma anche eseguire le verifiche statiche.

Novità importanti quelle contenute nelle NTC 2018, che mostrano come il legislatore spinga verso l’esecuzione delle verifiche sismiche per conoscere il patrimonio edilizio e prendersene cura.

Verifiche sismiche nelle scuole: un obbligo per ottenere finanziamenti

Il Governo, inoltre, il 29 dicembre 2017, ha firmato il Decreto Interministeriale concernente l’attuazione dell’art.1, comma 160 della legge n.107/2015. Tale decreto obbliga gli enti pubblici a conoscere l’indice di sicurezza sismica degli edifici scolastici, al fine di richiedere ed ottenere finanziamenti statali per l’esecuzione di qualsiasi intervento sugli edifici: dal miglioramento energetico al miglioramento sismico.

Verifiche sismiche per la sicurezza e la manutenzione del costruito

Data la vetustà e la vulnerabilità del patrimonio edilizio italiano, è evidente che per garantire la sicurezza è necessario applicare una manutenzione sismica preventiva, in grado di limitare la fragilità del costruito. Per attuare una prevenzione sismica che riesca a garantire la sicurezza e la Salvaguardia della Vita Umana, l’unica strada da intraprendere è la conoscenza graduale del costruito e delle vulnerabilità in caso di sisma.

Le verifiche sismiche, quindi, non solo sono necessarie per accedere a finanziamenti, ma sono soprattutto lo strumento per la conoscenza globale dell’edificio, poiché si ottengono le informazioni per individuare il rischio sismico. Attraverso la consapevolezza delle vulnerabilità si è in grado di stilare una lista di priorità di intervento ed impostare un piano manutentivo, che preveda azioni di adeguamento o miglioramento sismico. In questo modo si indirizzano le risorse economiche a disposizione solo verso interventi necessari ed efficaci.

Sismocert®: la verifica di vulnerabilità sismica sostenibile e completa

SISMOCERT® è il protocollo per la verifica di vulnerabilità sismica sviluppato da Tecnoindagini Srl che consente di eseguire le verifiche sismiche attraverso un metodo speditivo, come indicato dalle NTC.

SISMOCERT® fornisce un servizio completo che supporta il tecnico in tutte le fasi: dall'impostazione del piano prove allo svolgimento delle analisi ed il ripristino murario; dall’esecuzione delle verifiche sismiche alla stesura di una relazione finale completa e dettagliata, utile per pianificare la manutenzione e progettare interventi di miglioramento ed adeguamento sismico.

Dalle verifiche SISMOCERT® scaturisce la risposta sismica dell’edificio: questo permette alla committenza di dialogare con unico fornitore, che è specializzato per occuparsi di ciascuna fase, rendendo più facile rispondere alle esigenze della normativa e garantire la sicurezza dei fabbricati in gestione.



 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information